Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.

La scena grafica di Praga, nel nuovo numero di Slanted

Dall’ultima volta che ho scritto un pezzo dedicato a Praga non sono ancora tornato a visitare la città, che — mi dicono — continua a essere preda di un turismo brutale e poco consapevole. Un fenomeno che ha anche un nome overtourism, e che negli anni è andato regolarmente peggiorando, complici anche le nuove modalità di spostamento e di ospitalità come Flixbus e Airbnb.

Nell’agosto del 2018, però, un fotografo e un gruppo di giornalisti ha cercato di farsi largo tra le frotte di visitatori del centro della capitale ceca. «Lontano dal trambusto della Piazza della Città Vecchia, del Ponte Carlo o del Castello di Praga, hanno incontrato alcuni dei designer più sorprendenti, che sanno da dove provengono e ai quali le loro radici danno una visione chiara di dove vogliono andare. Sono quelli che danno forma alla nuova Praga», così la redazione della rivista Slanted racconta il proprio viaggio alla scoperta della storia, della ricchezza e del fermento che c’è attorno alla scena praghese del graphic design, soggetto del nuovo numero monografico del magazine, dedicato proprio a Praga.

Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)

In oltre 256 pagine sono decine gli artisti e i progettisti che si raccontano attraverso le interviste dei giornalisti di Slanted e i ritratti del fotografo Dirk Gebhardt, mostrando i loro lavori, offrendo una panoramica assai approfondita su quella che è la ricerca estetica e progettuale che caratterizza oggi la città boema, evidenziandone anche il retaggio del passato e le prospettive future e andando a coprire anche altri ambiti della cultura visiva come l’illustrazione, la fotografia e il type design.

A proposito di tipografia, il volume contiene anche una sezione dedicata ai font prodotti dalle fonderie digitali del posto, che precede una mappa coi luoghi più interessanti da visitare — sempre cercando di stare alla larga dalle zone troppo trafficate.

In aggiunta a questo, c’è anche un’edizione speciale con un reportage fotografico di Gebhardt nei vecchi bar praghesi “vecchio stile”, e una “design map” con i luoghi consigliati per fare acquisti.
Sul sito di Slanted, infine, si possono guardare le video-interviste realizzate durante la realizzazione del magazine.

Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)
Slanted n.33 — Prague, maggio 2019
(fonte: behance.net)