(fonte: deutschefotothek.de)

Tesori d’archivio: il design tedesco dagli anni ’50 agli anni ’80

Dopo la Seconda Guerra Mondiale — in piena ricostruzione del paese, delle coscienze e dell’economia, e nonostante il grande dramma del Muro di Berlino e della divisione tra Est e Ovest — la Repubblica Federale di Germania decise di puntare anche sul design per riallacciare i rapporti con il resto del mondo. Nel 1953, a Francoforte, venne fondato il German Design Council (in tedesco Rat für Formgebung), che da allora è la più alta istituzione tedesca nel settore della progettazione industriale.

Immediatamente dopo la nascita, il German Design Council cominciò a promuovere all’estero le idee e i prodotti delle aziende e dei designer tedeschi, e a occuparsi della formazione delle nuove leve. Tra gli anni ’50 e gli anni ’80 una delle attività del Rat für Formgebung fu anche quella di documentare prodotti e progetti attraverso la fotografia, andando a costruire un grande archivio di immagini che veniva utilizzato principalmente a scopo promozionale (attraverso pubblicazioni) ed educativo.

(fonte: deutschefotothek.de)

Tale archivio, per anni accessibile solo su richiesta da parte di accademici e ricercatori, è il protagonista di un grande processo di digitalizzazione, che è iniziato nell’aprile del 2018 con la collaborazione della Deutsche Fotothek — l’archivio storico fotografico del paese — e dello Stiftung Deutsches Design Museum, il museo nazionale del design, e che dovrebbe concludersi nel 2020.

Oltre 42.000 foto e quasi 6000 diapositive sono tuttora in corso di scansione e messa online. Sul sito della Deutsche Fotothek si può già vedere
parte del materiale, tra cui circa 1300 splendide diapositive che ritraggono oggetti per la tavola e per la casa, mobili, elettrodomestici, apparecchi elettronici, mezzi di trasporto, strumenti di lavoro, decori, persino giocattoli.

Uno spaccato non solo del design ma anche dell’estetica e dello stile di vita nella Germania Ovest tra gli anni ’50 e gli anni ’80 (ci sono tuttavia anche diversi pezzi progettati da designer italiani), e un’ottima fonte di materiale sotto diversi punti di vista: quella della storia del design, innanzitutto, ma anche quello della fotografia di prodotto e di interni.

(fonte: deutschefotothek.de)
(fonte: deutschefotothek.de)
(fonte: deutschefotothek.de)
(fonte: deutschefotothek.de)
(fonte: deutschefotothek.de)
Altre storie
Tesori d’archivio: le grafiche delle mini-saponette