Il carbonio, sesto elemento della tavola periodica, è anche il più versatile, nonché il più promiscuo perché — come spiega Sam Kean nel suo affascinante saggio Il cucchiaino scomparso e altre storie della tavola periodica degli elementi — in chimica c’è una regola che si chiama “regola dell’ottetto”, e consiste nella tendenza di un elemento a riempire con otto elettroni il suo livello energetico più alto.
Altri due abitanti della tavola periodica che obbediscono a questa regola sono l’ossigeno e l’azoto, ma il carbonio è quello che deve affannarsi più alla ricerca di elettroni: gliene servono ben quattro per arrivare a otto. Visto che l’impresa è tutt’altro che facile, non si fa troppi problemi e si lega un po’ con chi capita, pure con sé stesso.

Tale promiscuità l’ha reso una sorta di supereroe mutaforma, capace di diventare un diamante ma anche e soprattutto di essere alla base della vita. Tutto ciò che su questo nostro pianeta nasce, cresce, si riproduce (se può) e muore, è a base di carbonio.
Pure la grafite è carbonio, ed è altrettanto versatile, ma in codesto caso lo è a livello metaforico: con una matita puoi mettere nero su bianco tutte le cose di questo mondo e pure quelle che non ci sono ancora.

«La prima scintilla creativa che ha brillato per la formazione della vita, di sicuro, era scritta in un atomo di carbonio. Tanto è bastato perché l’evoluzione sia continuata nello spazio e nel tempo, all’infinito, tornando a lasciare le sue tracce, guidate dalla manualità, nuovamente sul bianco universo del foglio» — la mettono giù poetica gli organizzatori di Inchiostro Festival, che dedicano al tema del carbonio il nuovo concorso per giovani illustratori legato alla sesta edizione dell’evento, che si terrà ad Alessandria a giugno 2019.

(fonte: inchiostrofestival.com)

Chiuso con lustro i primi cinque anni del festival — dedicato a illustrazione, calligrafia e stampa d’arte — Inchiostro ha deciso di focalizzare il nuovo “piano quinquennale” sulla vita organica.

Il concorso è aperto a tutti gli aspiranti artisti non professionisti dai 16 ai 25 anni. Le 10 migliori opere — rigorosamente in bianco e nero — saranno esposte in mostra durante la manifestazione e per i primi tre classificati c’è anche la partecipazione come artisti ospiti dell’edizione dell’anno successivo.
Per partecipare c’è tempo fino al 20 maggio 2019. Bando, tema, liberatoria e form da compilare sono tutti qui.

Inchiostro Festival lancia il nuovo concorso per giovani illustratori