Ogni anno il filmmaker britannico Paul Bush tiene un laboratorio a Lucerna, in Svizzera, durante il quale assegna ai suoi studenti il compito di girare un cortometraggio sui loro oggetti preferiti. «Ma perché devono averlo loro tutto il divertimento?», ha pensato a un certo punto il regista, che ha quindi deciso di auto-assegnarsi lo stesso incarico. Lì a Lucerna Bush aveva scoperto il Natur-Museum, nel quale è conservata una collezione di oltre 250.000 insetti, tra lepidotteri, macrolepidotteri, coleotteri, imenotteri, ditteri, eterotteri, tricotteri e tutti i principali ordini.

Colpito da tanta diversità, dalle magnifiche forme e dai cangianti colori, Bush si è appassionato alla collezione e ha deciso di farla diventare il soggetto del suo cortometraggio.
Questo succedeva nel 2004. Il film, intitolato While Darwin Sleeps …, mostrava più di 3000 esemplari della collezione entomologica ed era girato in stop motion, producendo un effetto straniante — «è come una visione alla mescalina sognata da Charles Darwin», la definì il regista.

While Darwin Sleeps … girò per diversi festival e venne proiettato nello stesso museo di Lucerna, dove Bush realizzò anche un’installazione, The Insect Cinema, nella quale mosche e falene venivano messe in una scatola in cui veniva proiettato il corto.
All’epoca uscì anche in rete, ma sempre in risoluzioni molto basse. Ora però è stato restaurato e caricato in una versione a 1080p su Vimeo, dove è subito entrato tra i prestigiosi “Staff Pick” della piattaforma video.