Bisticci | Assunzione

Il mio professore di Termodinamica e (rudimenti di) Fisica Statistica, al tempo condensati in un poco prosaico esame dal titolo “FISICA 5” e adesso suddivisi in fittissimi moduli di studio cui tutti dovrebbero dedicare un pochino di attenzione qui, mi spiegò l’entropia nel modo migliore.

Vediamo se riesco a riassumere quello che mi ricordo di quella lezione.

Il linguaggio italiano, ci disse, è complesso e articolato. Sono così tante le parole, i modi di usarle di per sé o combinate le une alle altre, da darci l’idea che tutto sia un caos di infiniti ed infiniti dibattiti, chiacchiere, studio e letteratura.

Non è proprio così. Prendete la predica di un prete — corretta nell’uso di termini propri di una liturgia, capace di astrarre e tornare al concreto in pochi secondi, di farsi capire da nonni e nipoti, ricchi e poveri, peccatori e santi — quel discorso sarà complesso, ma precisissimo.
Prendete invece un leghista davanti a un microfono — parole ripetute secondo il tema del mese, regole grammaticali incerte e semplificate appositamente per l’audience di riferimento, cadenze ed espressioni gergali tipiche di un generico dialetto nordista — insomma quelle frasi saranno semplicissime, ma del tutto spantegate.

La Chiesa Cattolica è molto complessa e usa tutto il vocabolario italiano e parte di quello latino rimanendo precisissima, a entropia minima. La Lega Nord, concluse, semplifica e si fa capire con poco, i suoi discorsi sono sempre uguali, a entropia massima.

Torniamo a noi.

E guardiamo Renzi, con Crozza che lo imita senza doversi nemmeno sforzare: probabilmente esiste un generatore casuale dei discorsi dell’ex premier (anch’essi a entropia massima). E pensiamo a come l’espressione Jobs Act abbia finalmente senso se traduciamo Act come atto di un’opera teatrale rispetto al suo significato in campo giuridico/legislativo.

Quanto è bello giocare con le parole e quanto ci fa incazzare se giocano con le nostre vite?

In chiusura ritorno agli insegnamenti del professore. Non è tanto importante se uno parla bene o male, quella è solo una misurazione termodinamica, l’importante è diffidare tanto della Lega Nord quanto della Chiesa Cattolica.

Sarà felice Simone, dei nemici che ci stiamo facendo. Buone assunzioni a tutte/i!

POST SCRIPTUM IMPORTANTE
Questo Bisticcio è stato donato a Giacomo, giovane amico tra i responsabili di SeriLeo, il mitico laboratorio di serigrafia all’interno del Leoncavallo. Lì si respira un’aria molto bella e voi siete tutti invitati a portarvi progetti, idee, colori, passione.