fbpx
vinylpost 1

Vinyl Post ti spedisce cartoline da suonare sul giradischi

Che sia per moda, per onesta passione audiofila o per semplice reazione alla dematerializzazione dei prodotti culturali e di intrattenimento, i vinili hanno sempre più acquirenti, e si vanno diffondendo servizi su abbonamento che spediscono a casa dischi (di uno, Vinyl Me, Please, ne abbiamo parlato di recente.

Sullo stesso solco — termine in questo caso più che appropriato — va ad inserirsi anche Vinyl Post.
Lanciato a inizio maggio, funziona anch’esso in abbonamento ma invece di spedire dischi manda cartoline illustrate che si possono ascoltare col giradischi e contengono una sola traccia.

La qualità dell’audio — dicono sul sito — non è altissima, per questo oltre alla cartolina/traccia che arriva ogni mese agli abbonati, ciascuna con la grafica di un diverso artista o designer, Vinyl Post invia pure il file digitale (e questo dovrebbe render piuttosto chiaro che chi si abbona lo fa più che altro per spirito collezionistico che per amore della musica).

vinylpost 1

vinylpost 2

Altre storie
giant steps levy 1
Giant Steps di John Coltrane “ascoltata” con gli occhi di un sinestesico