Il designer Alex Robbins ha rifatto il logo di Wired usando strumenti di cancelleria

Oltre a un lungo elenco di collaborazioni con alcuni tra i maggiori editori, quotidiani e magazine del mondo (Penguin, Random House, New York Times, New Yorker, Washington Post, Guardian, TIME Magazine, Esquire, Atlantic, i-D, Dazed and Confused) il designer e illustratore inglese Alex Robbins ha anche una notevole collezione di strumenti e oggetti di cancelleria, che ha utilizzato per disegnare il logo dell’edizione inglese della rivista Wired, utilizzando penne e matite, temperini e portamine, cutter, puntine, graffette, rapidograph, pastelli a cera, compassi, pennarelli, gomme.

Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.