Tesori d’archivio: ancora fiammiferi, stavolta dal subcontinente indiano

Dopo aver postato, qualche giorno fa, un bell’archivio di vecchie scatole di fiammiferi sovietiche, sono stati in diversi a scrivermi via mail o su Facebook raccontandomi delle loro collezioni di cerini.

Raccolte del genere, evidentemente, sono molto più comuni di quanto mi aspettassi. Lo dimostra anche Indian Matchboxes, che è sì un archivio ma che l’illustratore inglese Matt Lee, emigrato da qualche anno a Bangalore, in India, ha classificato tra i suoi “progetti d’arte”.

Proprio nel subcontinente indiano Lee ha iniziato a trovare scatole di fiammiferi praticamente ovunque, caratterizzate da grafiche a volte interessanti, altre totalmente assurde (sono tantissimi gli esempi in cui c’è disegnato semplicemente un oggetto, che ha poco o nulla a che fare con la funzione, e quindi coi fiammiferi o col fuoco: vedi ad esempio apribottiglie, palle, navi, trattori, chitarre…).

Finora l’illustratore ne ha messe da parte più di 700, tutte in mostra sul suo sito.

matt_lee_indian_matchboxes_2

matt_lee_indian_matchboxes_1

matt_lee_indian_matchboxes_6

matt_lee_indian_matchboxes_5

matt_lee_indian_matchboxes_4

matt_lee_indian_matchboxes_3

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.