fbpx
go with olya 0

Artist at home: il linguaggio del tessile racconta il processo creativo dell’artista

L’arte ha contaminato, ispirato, influenzato la moda infinite volte in infiniti modi.
I grandi capolavori certo, ma anche il dietro le quinte, i panni sporchi dei pittori, le macchie variopinte di colore su pantaloni, magliette, teli, scarpe, foulard.

Già visto. Vero. Ma nella collezione Artist at home, nata da una collaborazione tra Olya Glagoleva, designer del marchio eco-friendly Go, e l’artista russa del ricamo Lisa Smirnova, quelle stesse macchie di colore prendono nuova vita e consistenza grazie al ricamo.

(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)

Artist at home è la storia del processo creativo di un artista raccontata attraverso il linguaggio del tessile. I materiali usati sono cachemire, canapa e cotone indiani organici, denim e poi asciugamani acquistati a Londra in un mercato dell’usato. Ogni capo ha richiesto circa 100 ore di lavorazione per i ricami.

“La collezione racconta la storia di un pittore il cui studio e la sua casa sono uno spazio unico, dove gli indumenti di casa e lavoro sono un mix unico. La storia del processo creativo vi conquisterà e vi trasporterà nella realtà parallela dell’artista. Ogni capo è realizzato solo una volta, ognuno è decorato con ricami a mano secondo l’originale stile di Lisa Smirnova”, scrive Olya Glagoleva.

(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella:  Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)
(foto e post-produzione: Ira Bordo; modella: Varya Shilova; make up: Marina Grin; set design: Lisa Smirnova; art direction: Olya Glagoleva)

[via]

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
giulia tamburini gioielli giona 1
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi