fbpx
FNC30 SweetToothC

Una serie di blocchi note e l’importanza del saper raccontare una storia

Quanti blocchi note esistono al mondo? La scelta è pressoché illimitata.
Tra questi, quanti ce ne sono con le pagine perforate in modo da poterle staccare? Pure qua: di’ un numero che non sia centomilacinquantasedici, come fanno i bambini, ed è probabile che siano molti di più.
Come fai, dunque, a vendere un blocco note con le pagine staccabili se la concorrenza è così alta? La domanda, qua, ovviamente è retorica, perché la risposta stava già nel titolo: con una storia.

E se gli americani di Field Notes la loro storia avevano già saputo raccontarla bene fin dalle origini del marchio — nato nel 2007 ma ispirato, nell’estetica, ai quadernini con cui i contadini, negli anni ’20, tenevano organizzata la loro attività (da qui il nome: Field Notes), di solito regalati loro dai produttori di trattori — qua, attraverso un video, riescono a convincerti che, sì, in effetti hai proprio bisogno di un taccuino con le pagine che si staccano, ché arriva la primavera e pure le pagine hanno bisogno di prendere il volo, di scapparsene via, libere come il pensiero e gli uccellini nel cielo.

Disponibili in tre colori “gelatosi”, giallo banana split, arancio piccante e blu lampone (in realtà il cosiddetto “lampone blu” è un sapore utilizzato appunto per gelati, caramelle e frullati, ottenuto dal Rubus leucodermis, pianta nordamericana che fa parte dello stesso genere del lampone) i blocchi fanno parte della collezione Sweet Tooth, l’ennesima lanciata da Field Notes, che continua a sfornare edizioni speciali e quadernini stagionali.

FNC30_SweetToothF
FNC30_SweetToothJ
FNC30_SweetToothC
FNC30_SweetToothH
FNC30_SweetToothD.PG_
Altre storie
calendario cover 1
Mercatino (virtuale) di Natale: i calendari 2021