Best of 2015: Made in Italy

Storie di eccellenze e di artigianalità. Di collaborazione e di rischi. Di trasformazioni e di progetti nati dal basso.
Soprattutto, storie di… storie. Orgogliosamente Made in Italy, come molto di ciò di cui abbiamo parlato qui su Frizzifrizzi durante l’anno appena passato, esattamente come abbiamo fatto fin dal 2006 e come continueremo a fare.

fattobene

1. Fattobene: un negozio online valorizza i prodotti Made in Italy più inconsueti (e le loro storie)

Dal tamarindo Erba alla brillantina Linetti, dalla Coccoina al sapone Reseda, dall’amarena Fabbri alle coperte di Lanificio Leo: quelli in vendita su Fattobene sono prodotti che hanno dietro una lunga storia, che diventa il punto di partenza per fare acquisti.
Noi abbiamo intervistato i due fondatori del progetto.
Link

robadisangue

2. Il rigurgito di Sangue della moda italiana: intervista ad Angelo Milano

Angelo, che è il creatore di Roba di Sangue, uno dei più interessanti e originali marchi italiani usciti negli ultimi anni, ci racconta come lavora e spara a zero su buyer, su come si veste la gente, su quel che vendono gli altri brand.
Link

ahok

3. AH/OK: un nuovo marchio italiano di kimono e accessori in seta

«Essendo designer ci siamo sempre relazionate alle esigenze del cliente di turno. Andando sempre a ritoccare e modificare l’idea di partenza. La conclusione era sempre un progetto finale che non ci rispecchiava. Abbiamo quindi deciso di rischiare e buttarci in un progetto tutto nostro, che piacesse innanzitutto a noi».
Link

rokiwuz

4. Rokiwuz shoes: non significa nulla ma suona bene

Non ne esistono due paia uguali, perché “non ci sono due persone uguali”, e quelle di Rowiwuz sono scarpe interamente fatte a mano e personalizzate in base alle indicazioni del cliente.
Link

spazioif

5. SPAZIOiF: uno spazio nel cuore di Roma che racconta l’artigianato siciliano di Irene Ferrara

Raccontiamo la storia di un’artigiana siciliana che nel 2010, a Roma, ha aperto un negozio per far conoscere le collezioni che crea nel suo atelier di Palermo.
Link

alicecalamita

6. Il ritorno di Alice Calamita

Alice Calamita ama i mandorli in fiore, le gonne a ruota, Fahrenheit 451, l’Art Déco, i fiori di curcuma, Scala dei Turchi, il marmo verde Guatemala, i fuochi d’artificio, le foreste di Rousseau, il profumo dell’acqua di rose, i letti a castello, tuffarsi tra i cavalloni, la granita di gelsi, l’odore del legno, il Barocco, il design scandinavo, ridere e baciare con lo schiocco…
Link

studiopretzel

7. Studiopretzel e Berto Industria Tessile: quando il vero Made in Italy vince i premi

«Questo premio è dedicato a tutti quelli che delocalizzano, che non credono nelle nostre manifatture e nei nostri artigiani, che cercano solo il guadagno, a scapito dell’ambiente, della sicurezza dei lavoratori e dell’etica individuale».
E noi, per una volta, raccontiamo una bellissima storia di eccellenze e collaborazione.
Link

stefanoprina

8. Stefano Prina e l’occhio rubato

Architetto per formazione, artigiano e artista per passione, Stefano Prina ha cominciato a costruire occhi ispirato da quelli di uno dei suoi cani e poi non ha più smesso, osservando, minuziosamente riproducendo, spesso inventando occhi di animali veri e immaginari: rettili, tritoni, capre, gufi, ma anche basilischi, spettri e creature del futuro.
Link

ebarrito

9. Ebarrito: 7105 varianti per borse e scarpe realizzate artigianalmente con pellami di scarto

Una trentina di modelli, tra borse e scarpe, prodotti in 7105 varianti uniche, non ripetibili, utilizzando pellami di scarto della grande produzione industriale, pellami che con Ebarrito ritrovano valore e forma.
Link

monobi

10. Coraggio, tessuti all’avanguardia, lavorazioni ultrasoniche e Made in Italy: di cosa parliamo quando parliamo di Monobi

Monobi parla a quella particolare fetta di pubblico maschile che cerca l’equilibrio perfetto tra lavoro e tempo libero, città e paesaggi incontaminati, apparenza e sostanza, e gioca (tra l’altro con prezzi altamente competitivi rispetto ai prodotti di lusso, merito di una filiera corta e di un’etica, al contrario, di dimensioni extralarge) in una nicchia in cui ci si dà battaglia a colpi di qualità e innovazione tecnologica.
Link

Mostra Commenti (2)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.