Save the date | I quadernini di Milano: 100 anni di quaderni di scuola dei bambini milanesi in mostra

Una cena tra amici in trattoria, una cena a tema anni ’80, più precisamente a tema “Festa delle Medie”. Era il 2003 e all’epoca Thomas Pololi era il più giovane del gruppo. Lui negli anni ’80 faceva le elementari e quindi pensò bene di portare con sé un po’ di suoi quaderni di allora, e di leggere i temi.

È nato tutto così, prima un po’ per gioco, poi sempre più seriamente, il progetto Quaderni Aperti, portato avanti dall’omonima associazione no profit di base a Milano, che in questi anni ha raccolto, archiviato e in molti casi anche digitalizzato e messo online centinaia di quaderni delle elementari e delle medie (con esemplari che partono da fine ‘800 e arrivano a oggi), grazie anche al contributo volontario di molti “ex bambini” che hanno voluto donare il proprio personalissimo e privato patrimonio di ricordi a righe e quadretti.

(per gentile concessione di Quadernini)
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)

Da quando ho intervistato Thomas, poco più di un anno fa, l’archivio è cresciuto. Così come sono cresciute le attività dell’associazione, tra (spassosissimi) reading, seminari e workshop.

A questi ora va ad aggiungersi anche una mostra, I quadernini di Milano, dedicata appunto alla parte milanese della collezione—la più consistente, vista anche la provenienza dell’associazione.
Mostra che oltre a più di 1000 immagini digitali, da sfogliare su schermo, vedrà esposte le riproduzioni quasi integrali di alcuni quaderni (grazie alla collaborazione con Arbos, cartiera vincentina specializzata in prodotti da cartoleria artigianali e in carta riciclata).

(per gentile concessione di Quadernini)
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)

Ma non finisce qua: durante le due settimane d’esposizione ci sarà spazio (e tempo) pure per tutta una serie di attività, anche perché sarebbe davvero riduttivo confinare un progetto del genere in una semplice esibizione. Pensaci bene, pensa alle potenzialità pazzesche: dentro a ogni quadernino, recente o antico che sia, è passata la storia, sia quella con la S maiuscola che quella con la s minuscola; sono passati metodi educativi, direttive statali, maestre buone e maestre pessime; sono passati dialetti, vezzi o tic linguistici prettamente locali, calligrafie in trasformazione; soprattutto sono passate vite, quelle dei bambini e quelle del mondo tutt’attorno a loro: le famiglie, gli amici, i drammi…

Ed ecco dunque accompagnare la mostra anche dei reading, laboratori per le scuole (in collaborazione con La Grande Fabbrica delle Parole), incontri di approfondimento (con il Dipartimento di Pedagogia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e con la rete Milanosifastoria), un’altra mostra innestata in quella principale (su arredi e oggetti scolastici vintage, grazie a Il mondo è piccolo) e la presentazione di un progetto che va ad allargare ulteriormente i confini di Quaderni Aperti, portando l’iniziativa anche fuori dall’Italia.

i_quadernini_di_milano_1

[cbtabs][cbtab title=”INFO”]I quadernini di Milano
100 anni di quaderni di scuola dei bambini milanesi in mostra

QUANDO: 25 novembre — 9 dicembre 2015
DOVE: Ex Fornace | Alzaia Naviglio Pavese 16, Milano
CONTATTI: facebook | [email protected][/cbtab][cbtab title=”MAPPA”][/cbtab][/cbtabs]

(per gentile concessione di Quadernini)
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)
(per gentile concessione di Quadernini)
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)
(per gentile concessione di Quadernini)
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)
uno dei reading organizzati dall'associazione (per gentile concessione di Quaderni Aperti)
uno dei reading organizzati dall’associazione
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)

laboratori-3

uno dei laboratori organizzati dall'associazione uno dei reading organizzati dall'associazione (per gentile concessione di Quaderni Aperti)
uno dei laboratori organizzati dall’associazione
uno dei reading organizzati dall’associazione
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)
uno dei reading organizzati dall'associazione (per gentile concessione di Quaderni Aperti)
uno dei reading organizzati dall’associazione
(per gentile concessione di Quaderni Aperti)
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.