Le scene iniziali e finali dei film, fianco a fianco (parte II)

A sei mesi dal video precedente, Jacob T. Swinney torna con una nuova vagonata di scene iniziali e finali di alcuni film, montate fianco a fianco per mostrare simmetrie, parallelismi, quadrature del cerchio, “ritorni a casa” dopo viaggi circolari.

Swinney, che è un giovane cinefilo, un filmmaker nonché “videosaggista” e “supermontatore” (parole sue) su due siti autorevoli come indieWIRE e Slate, è già molto conosciuto per via delle sue videoantologie in cui sviscera e mette in evidenza micro- e macro-temi all’interno di singoli film, nell’opera di un particolare regista o nella storia del cinema più in generale—negli ultimi mesi ha sfornato, nell’ordine, (clicca per vedere i video) le atmosfere sognanti di Sofia Coppola, l’estetica “capricciosa” di Spike Jonze, la dissolvenza in bianco (e il suo significato), i primissimi piani di Tarantino, il sangue nei film di Tarantino, ancora Tarantino ma stavolta le scene in macchina, i freddi, calmi e nevrotici personaggi di David O. Russel, i primi piani di Jonathan Demme, quelli di Paul Thomas Anderson, di cui Swinney ci presenta pure gli effetti sonori, cosa che fa pure per Jurassic Park e per il primo Nightmare, prima di analizzare le scene in soggettiva dei fratelli Coen.

La seconda parte delle scene iniziali e finali dei film nasce vista la grande richiesta dei suoi tanti follower su Vimeo. E stavolta Swinney ha messo assieme ben 70 film, tra grandi classici, pellicole di culto e uscite recenti. Come al solito senza alcun commento, senza dar risposte, ma suscitando piuttosto interrogativi sulla struttura e sul significato che da alcune delle storie potrebbero emergere alla luce della giustapposizione tra inizio e fine.

first_and_last_1

first_and_last_2

first_and_last_3

first_and_last_4

first_and_last_5

first_and_last_6

first_and_last_7

first_and_last_8

first_and_last_12

first_and_last_9

first_and_last_10

first_and_last_11

first_and_last_13

first_and_last_14

Altre storie
Five minutes to sea: un poetico corto sulla percezione del tempo da bambini e da anziani