Jarry Mag #1

Jarry Mag: il lato gay del cibo

Se per una inspiegata congiunzione cosmica l’enogastromania da cui siamo innegabilmente circondati si sviluppa pressoché simultaneamente a un periodo di fermento—senza precedenti nella storia recente—per quanto riguarda le riviste in generale e quelle indipendenti in particolare, allora c’è da aspettarsi che l’argomento “food” venga sviscerato, tra le pagine dei magazine, in ogni suo possibile aspetto/approccio, compreso quello dell’orientamento sessuale.

Nell’esplorazione dell’intersezione tra cibo e cultura gay c’era già stata una fanzine—Mouthfeel—ad aprire la strada, ma ora il panorama si arricchisce di una rivista vera e propria, fondata a Brooklyn da Alex Kristofcak, Lukas Volger e Steve Viksjo—rispettivamente editore, direttore editoriale e direttore creativo.

Il semestrale, finanziato attraverso Kickstarter, si chiama Jarry. Il nome è la traduzione dal Polari—un gergo di strada usato un tempo nel Regno Unito e in Irlanda da marinai, gente del circo, malfattori, prostitute nonché dalla comunità gay—di “cibo” e di “mangiare”.
Sottotitolo della pubblicazione: Men + Food + Men

Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1
Jarry Mag #1

https://www.youtube.com/watch?v=2t0LPYr-FQE

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.