fbpx
chip 0

We put a chip in it! Un tumblr che si prende gioco degli oggetti “smart”

chip_0

“Era solo uno stupido oggetto. Poi ci abbiamo messo dentro un chip. Ora è un oggetto intelligente”
Questo il sottotitolo di uno spassoso tumblr che si prende gioco delle derive troppo entusiastiche, ottuse e ridicole delle nuove tecnologie, dell’ormai troppo citato “internet delle cose”, della grottesca corsa a rendere “smart” qualsiasi cosa, pure una semplice pentola, un paio di calzini, uno spazzolino da denti, il tagliere da cucina, le valigie, il deodorante per la casa…

Non è uno scherzo: c’è davvero chi ha pensato di mettere un chip dentro a un ombrello in modo da fargli comunicare la sua posizione nel caso tu lo perda, o la padella col controllo a distanza in modo da non bruciare il soffritto mentre te ne stai in bagno a evacuare il carico pesante. Ma pure le tazze per le coppiette, che quando siete lontani ti avvisano con una serie di led luminosi se il partner dall’altra parte del mondo ha preso in mano la sua (come vivere senza?). O ancora lo spazzolino col timer che calcola in tempo di spazzolata, ti dice se hai saltato un dente e ti avvisa che è ora di lavarti i denti.

We put a chip in it!, lanciato lo scorso marzo, li raccoglie tutti. Come una discarica delle immondizie che il futuro — che è già qui — sta cominciando a scaricare sul presente.

la tazza “smart”
la tazza “smart”
la padella “smart”
la padella “smart”
il barattolo “smart”
il barattolo “smart”
il porta-uova “smart”
il porta-uova “smart”
la cintura “smart”
la cintura “smart”
Altre storie
color controversy 1
Quali sono i colori più “controversi”?