madebyme_1

Sono tre le sicurezze che mi si presentano davanti, ogni anno, durante questo periodo: l’odore di castagne in Piazza Duomo, mia madre che dice «quest’anno non regalo niente a nessuno» (e invece qualche giorno prima del 24 incarta pacchetti di ogni grandezza con una velocità inaudita e con uno sguardo a metà tra la follia e la felicità che solo feste del genere sanno donare), e i mercatini di ogni forma e dimensione che spuntano in ogni dove e in cui prima o poi capiti anche se non lo vuoi.

Ci sono mercatini e mercatini, però, e se una come me che per i mercatini non va matta sta parlando di un mercatino è per tre motivi:
1. questo non è un vero e proprio mercatino;
2. ci sono un sacco di artigiani e di prodotti artigianali e di tutte quelle cose bellissime che solo gli artigiani sanno fare;
3. spero ci siano delle frittelle calde.

Sul primo punto sarò breve e vi spiego di cosa si tratta questo “mercatino-che-mercatino-non-è”: si chiama MadeByMI ed è un evento organizzato e curato da Reileta in collaborazione con YATTA! Fai da noi, che punta alla promozione e alla rivalutazione di giovani designer che reinterpretano tecniche, saperi e materiali della tradizione italiana in chiave contemporanea.
Quindi sì, troverete le più disparate creazioni: dall’abbigliamento alla gioielleria, dalle illustrazioni all’oggettistica, dagli accessori per la casa a quelli per la persona, il tutto realizzato interamente a mano.

Il secondo punto è esplicativo: di artigiani ne necessitiamo, di prodotti di valore anche e, se uniamo questi due aspetti, ecco che abbiamo una persona che segue e cura il proprio progetto in tutte le fasi creando da sé un prodotto finito che ha molteplici valori aggiunti. Uno su tutti: è a suo modo unico.
Ci tengo a dire che questa è la prima edizione di MadeByMi e, soprattutto, che l’obiettivo principale di questo evento è quello di incentivare l’autoproduzione affinché la passione di questi giovani creativi si possa concretizzare in una vera e propria professione. Per questo MadeByMi vuole essere un punto di incontro ideale tra il mercatino e la fiera alla scoperta di nuovi talenti e nuove idee: il designer potrà incontrare il visitatore qualificato, come nella fiera, ma allo stesso tempo potrà vendere il proprio prodotto al dettaglio al pubblico, come succede nei mercatini.

Sul terzo punto non mi soffermerò molto: le frittelle calde in certi deliranti momenti sono come un abbraccio rassicurante e necessario, ma mi rendo conto che questi siano problemi miei.
In ogni caso per attutire la possibile tristezza andrò a fare il workshop di Libri Finti Clandestini perché, sì, ci sono anche diversi workshop a cui poter partecipare.

QUANDO: 29 — 30 novembre | 13 — 14 dicembre | 20 dicembre 2014
DOVE: makerspace di Yatta! Fai da noi | viale Pasubio 14, Milano | mappa | pagina Facebook | evento Facebook