Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.
Phil Jones

Il ritorno (illustrato) di Ziggy Stardust

Mariangela Ragusa
Mariangela Ragusa

Quando uscirono, nei primi anni ’70, la maggior parte di quelli che ne hanno saccheggiato l’immaginario e l’iconografia — per grafiche, volantini di eventi, t-shirt, spillette, poster da appiccicare alla stanza doppia in subaffitto, foto profilo sui social network — dovevano ancora nascere.

Ma i due dischi dell’era Ziggy Stardust di Bowie — The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars e Aladdin Sane — quei suoni, quel volto, quel lampo, la teatralità, hanno scavato un solco profondo non soltanto nel mondo della musica e della cultura popolare in genere ma hanno anche creato un raro caso di meme che ha assunto una vita propria a partire dalla copertina di un disco, attraverso rielaborazioni, parodie e omaggi (altri esempi che mi vengono in mente così su due piedi, oltre appunto allo Ziggy col lampo rosso-blu di Aladdin Sane, sono Abbey Road dei Beatles, The Dark Side of the moon dei Pink Floyd, Sticky Fingers degli Stones e The Velvet Undergound & Nico).

Ora Ziggy — alter ego spaziale di Bowie dal 10 febbraio del ’72 al 3 luglio del ’73, quando tenne il suo ultimo concerto e se ne tornò tra le stelle — atterra di nuovo, per una notte, sulla Terra. Protagonista di una mostra che, seppur fuori mano (è a Portland!) raccoglie opere stardustiane, realizzate da artisti di tutto il mondo e visibili (oltre che in vendita) sul sito Ziggy.is.

Keith Negley
Keith Negley
Phil Jones
Phil Jones
Alan Defibaugh
Alan Defibaugh
Alicia Plate
Alicia Plate
Kenneth MacLaurin
Kenneth MacLaurin
Tess Donohoe
Tess Donohoe
Emily Dekovich
Emily Dekovich
Michael Buchino
Michael Buchino
Joanna Gniady
Joanna Gniady
Bill Green
Bill Green
Yaz Rosete
Yaz Rosete
Noah Pfarr
Noah Pfarr
co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.