Le micro-storie illustrate in stop motion di Rachel Ryle

rachelryle_1

Non solo pranzi, selfie, piedi e paesaggi abbelliti dai famosi/famigerati filtri.
Da quando Instagram, nel giugno dell’anno scorso, ha introdotto la possibilità di girare e pubblicare brevi video (ennesima tappa dell’ufficiosa “guerra” social tra Facebook, proprietaria di Instagram dal 2012, e Twitter, che qualche mese prima aveva lanciato Vine, app che pure permette di girare piccoli filmati) c’è anche chi ha colto l’occasione per sperimentare sui linguaggi dell’animazione e dello storytelling attraverso una piattaforma sicuramente tutt’altro che professionale come può esserlo uno smartphone.

Tra questi “pionieri” c’è l’illustratrice americana Rachel Ryle, che su Instagram (@rachelryle) pubblica regolarmente micro-storie realizzate in stop motion utilizzando né più né meno che carta e colori.

Ultimamente Rachel è stata in viaggio in Europa, e ha pensato bene di trasformare in animazioni anche il suo viaggio, partendo dal passaporto, dai biglietti e dalla preparazione della valigia e raccontando ogni tappa con un video che gioca sugli stereotipi gastronomici del posto: dal caffè con la moka in Italia ai macaron di Parigi, passando per il rito del tè a Londra e birra e pretzel in Germania, concludendo il viaggio addirittura con un “view – master” virtuale che mostra le diapositive (in realtà le foto fatte col telefono) scattate durante il viaggio.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.