Frizzifrizzi è in pausa estiva. Torniamo a settembre.

Tongue in Cheek

chiara_tiso_00

Fashion designer, fotografa, illustratrice e contributor per alcuni magazine.
Wonder Woman? No, Chiara Tiso.

Sicuramente il nome non vi è nuovo, visto che questa ragazza di Treviso, classe 1992, non ha perso tempo a farsi notare sul Web, attirando su di sé critiche positive e l’attenzione di molti occhi esperti. E io, modestamente, non potevo lasciarmela sfuggire.

L’ultimo lavoro di Chiara Tiso si chiama Tongue-in-Cheek, una capsule collection che ricorda gli anni dell’adolescenza, in bilico tra pose da duri, ansiosi di crescere, e la spensieratezza della tenera età appena abbandonata, ma ancora lì, dietro l’angolo.

chiara_tiso_01

Una ragazzina con l’apparecchio ai denti sorride nel suo abito da Lolita tempestato di toppe cartoon, la sua amica invece mostra il broncio, avvolta in una sciarpa da tifosa di calcio. Come se ne sapesse qualcosa, lei, di pallone e fuorigioco, invece è solo scena, per fare colpo.

Non mi stupirei se vedessi delle ginocchia sbucciate sotto quelle gonne da scolaretta, forse dovuti a una brutta caduta dallo skateboard. Ma la fantasia Vichy, le trasparenze e le silhouettes bon ton tradiscono le loro pose da maschiaccio, restituendo tutta la loro fresca femminilità.

Se amate le etichette, qui il gioco si fa duro: il Grunge dei Nirvana rivisitato in chiave Soft-Pop anni Duemila può essere una buona immagine di riferimento. E cosa ne esce fuori? Un pazzo, pazzo mix estetico che ci piace tanto. Non vi serve sapere altro.

chiara_tiso_02

chiara_tiso_03

chiara_tiso_04

chiara_tiso_05

chiara_tiso_06

chiara_tiso_07

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.