Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.

I gioielli di Marcel Dunger, fusione di legno e resine bio

dunger_00

Se è vero che gli opposti si attraggono allora si possono anche fondere, nel senso letterale della parola, tramutandosi in qualcosa di nuovo.

Lo sa bene Marcel Dunger, designer tedesco che ha concepito una piccola collezione di ciondoli, anelli e orecchini il cui successo deriva dal rapporto simbiotico che ciascun pezzo intrattiene con l’altro. Infatti, l’idea di fondo è quella di riparare i pezzi rotti di legno d’acero rattoppandoli con la fusione di resine bio.
Ne deriva un impasto colorato e dalla corporatura leggera, versatile e suggestivo. Il processo di realizzazione è relativamente semplice e immediato, consiste nel colare la resina su un pezzo di medie dimensioni di legno rotto, a indurimento completato, la resina viene poi lavorata nelle forme e negli ornamenti disponibili e visibili nel portfolio online di Dunger.

Il progetto riprende un vecchio tema ma sempre aperto a nuove esplorazioni e modifiche, ossia quello della trasformazione di rifiuti in oggetti funzionali.
Che si tratti di vecchi oggetti, elettrodomestici o, come in questo caso, frammenti di legno, l’obiettivo è quello di creare una sorta di prolungamento alla vita degli oggetti incorporandoli o trasformandoli in qualcosa di nuovo.

Si può parlare di un ecologia del riutilizzo che incontra felicemente l’estro e la fantastica di artisti e designer capaci di intuire e immaginare usi e forme future che vado oltre il utilizzo a scadenza.

dunger_01

dunger_02

dunger_03

dunger_04

Altre storie
Women of Letters: un poster da grattare dedicato alle migliori scrittrici