Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.

19.06_26.08.1945, il ritorno a casa di un prigioniero diventa uno splendido progetto fotografico

andrea_botto_2

Ai margini dei libri di storia, dei documentari, dei film o degli spettacoli teatrali che raccontano l’odissea dei prigionieri di guerra e del loro travagliato ritorno in Italia, ci sono migliaia di storie che vivono solo nei ricordi di chi le ha affrontate in prima persona o di chi da loro le ha sentite raccontare.
Mentre la generazione perduta dei nostri nonni e bisnonni pian piano si ritrova nei necrologi dei giornali locali, di quelle “storie ai margini della Storia” non restano che frammenti perduti, puzzle pieni di pezzi mancanti che non aspettano altro che qualcuno con la pazienza e un talento da detective riesca a ricostruirli.

19.06_26.08.1945 è uno di quei puzzle e racconta la storia del soldato Primo Benedetti, liberato il 19 giugno del ’45 da un campo di prigionia nazista nel nord della Germania, e del suo ritorno a casa, attraversando “in verticale” mezza Europa fino alla sua Toscana.

andrea_botto_3

Nato come libro d’artista poi premiato due anni fa all’International Photobook Festival di Le Bal, a Parigi, 19.06_26.08.1945 è un progetto di Andrea Botto, fotografo ligure classe 1973, apprezzato e pluridecorato a livello internazionale, già docente allo IED di Torino, direttore artistico di Rapallo Fotografia Contemporanea fin dal 2006, nipote del soldato Primo Benedetti.

Dopo aver trovato una serie di lettere scritte da suo nonno durante la prigionia, Andrea ha iniziato a cercare immagini in rete attraverso i motori di ricerca semplicemente associando i nomi delle città incontrate durante la lunga strada del ritorno, andando a comporre un mosaico narrativo che lega passato e presente in un intreccio di link tra reale e virtuale, storia e finzione, archivio e memoria, il tutto reso ancor più toccante a livello emotivo ed efficace a livello documentaristico da una serie di riproduzioni dei documenti originali tratti dal diario, dalla corrispondenza, dai documenti del prigioniero Benedetti, morto il 27 gennaio 2010, il Giorno della Memoria.

Splendido progetto fotografico e insieme toccante omaggio di un nipote a suo nonno, 19.06_26.08.1945 sarà in vendita a partire dal prossimo 22 maggio, edito da Danilo Montanari Editore, ma è già possibile pre-acquistarlo online con uno sconto sul prezzo di copertina.

andrea_botto_4

andrea_botto_5

andrea_botto_6

andrea_botto_7

andrea_botto_8

andrea_botto_9

andrea_botto_10

andrea_botto_11

andrea_botto_12

andrea_botto_13

andrea_botto_14

andrea_botto_15

Altre storie
Da Viction:ary un libro dedicato ai font variabili