fbpx
musica sigillata

Musica Sigillata | chiudi dentro i musicisti e butta fuori il pubblico

C’è Carlotta che si è innamorata di Filippo perché lui le ha guardato nel cassetto delle mutande. E lui si è innamorato di lei perché quando sale le scale pare faccia sci di fondo. Nel 2011 Carlotta e Filippo sono andati ad abitare in via Marsala, a Bologna, che è giusto a due passi dalla zona universitaria e pure a due passi dalle due torri, ché poi a Bologna tutto è a due passi da tutto quindi sia cancellata dal verbale la cosa dei “due passi”.
Comunque Carlotta e Filippo hanno iniziato ad andare al Rubik, che è un bar piccolissimo di via Marsala, gestito da Nicoletta e da Edoardo, che è un ex-dipendente Telecom esodato grazie alla Fornero (ex-ministro, fossi in lei questa cosa la segnerei con l’evidenziatore visto che potrebbe essere l’unico caso di esodazione felice che potrà mai vantare).

Al Rubik si ascolta solo musica in cassetta (e questo per ora appuntatelo in testa e mettilo da parte) ed è davvero, davvero piccolo. Tanto piccolo che quando Carlotta, Filippo, Edoardo e Nicoletta hanno immaginato di fare qualche concerto là dentro e hanno pensato bene che per farci suonare qualcuno prima bisognava togliere tutti gli altri e quindi come in una fiaba di Rodari hanno iniziato a fare concerti chiudendo dentro i musicisti e tenendo fuori il pubblico. Visto che i nomi sono importanti hanno chiamato questa cosa Musica Sigillata.

musica_sigillata

Musica Sigillata è andata avanti per 2 anni e dentro al piccolo Rubik sono stati chiusi 50 gruppi indipendenti (e fuori sono state sbattute, aggratis, chissà quante persone) per un progetto—a quanto ne sanno—unico al mondo, forse perché visto che fuori dalla vetrina i clienti non posso consumare il tutto è ovviamente in perdita.

Per questo Edoardo, Nicoletta, Carlotta e Filippo (che dovrebbe vincere l’oscar come miglior video fatto con un telefono, clicca play lassù in alto e prepara i pop-corn) hanno pensato di lanciare una campagna di crowdfunding per finanziare Musica Sigillata cercando di raccogliere almeno 2000 € per pagare parte delle spese e realizzare un compilation, ovviamente su cassetta.

L’obiettivo reale è però di 5000 €, per rimborsare tutti quelli che ci hanno lavorato in questi anni e che lavoreranno al prossimo ciclo di concerti sigillati.
Nicoletta, Edoardo, Filippo e Carlotta ovviamente ne meritano molti di più quindi ora tocca a te fare la tua parte, finanziando il progetto con quanto puoi e vuoi, dai 5 € del volenteroso ai 100 € del Gran Signore, in cambio di strette di mano virtuali, bevute, compilation, bootleg e—per i Gran Signori—la qualifica di Sponsor Ufficiale.

Ci auguriamo che pure quella Gran Signora (?) della Fornero legga quest’appello e finanzi questa bella iniziativa.
In cambio, ex-ministro, le facciamo vedere in esclusiva uno dei teaser della campagna.

produzione Dogntree
concept Filippo Dionisi
art director Gabriele Chiapparini & Filippo Dionisi
cinematographer Tommaso Alvisi & Gabriele Chiapparini
editing Filippo De Palma
grading Gabriele Chiapparini
attori Niccolò Manzolini, Filippo Dionisi & Carlotta Pircher

Altre storie
drozd CYMTBNB 0
Can you make the band name bigger? Un libro raccoglie i poster di Luke Drozd