fbpx
AFI movie quotes 0

Trasformare in grafici le frasi celebri dei film

Col. Kilgore: È buono vero? Senti com’è buono?
Lance B. Johnson: Cosa?
Col. Kilgore: Il napalm, lo senti? Non c’è niente al mondo che abbia questo odore.
[Si inginocchia] Mi piace l’odore del napalm al mattino. Una volta abbiamo bombardato una collina, per dodici ore, e finita l’azione siamo andati a vedere. Non c’era più neanche l’ombra di quegli sporchi bastardi.
Ma quell’odore… sai quell’odore di benzina? Tutto intorno. Profumava come… come di vittoria.
Un bel giorno questa guerra finirà.

AFI movie quotes v2 1800

Quella frase — «mi piace l’odore del napalm al mattino» — è passata alla storia. E insieme a «Avete il diritto di uccidermi, questo sì, ma non avete il diritto di giudicarmi» (qua è il colonnello Kurtz/Marlon Brand a parlare) riassume un film — Apocalypse Now di Francis Ford Coppola — che a sua volta riassume un’epoca storica e una generazione di americani mandati a conoscere la morte a decine di migliaia di chilometri da casa.
Il semplicissimo grafico qua sopra — due assi, una scala di valori su entrambi, un titolo, un sottotitolo e una curva: il grado zero dell’informazione — è dunque una sintesi della sintesi della sintesi.

Dal Napalm all’«offerta che non si può rifiutare» (ancora Brando ma ne Il padrino), da «Domani è un altro giorno» a «Toga! Toga! Toga!» passando per «E.T. telefono casa», il Dr. Nathan Yau, esperto di design e visualizzazione di dati e fondatore del sito Flowingdata.com, ha preso le 100 frasi più famose nella storia del cinema, seguendo una classifica redatta qualche anno fa dall’American Film Institute, e le ha trasformati in grafici, alcuni dei quali davvero geniali.

AFI movie quotes 0
Altre storie
HueCalendar Wall Viola
HueCalendar: un coloratissimo 2021 da strappare pezzo per pezzo