fbpx
cover fb LOW

Apuckalypse

apuckalypse_1

Come una scheggia impazzita all’interno di un panorama fumettistico nazionale, che nella maggior parte dei casi iniziava a virare verso il serioso, il poetico, l’impegnato, e ad essere riconosciuto anche dal grande pubblico—a ragione, anche se con un ritardo imperdonabile rispetto ad esempio a Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Belgio—come un genere letterario (anche se qualcuno ama sempre appiccicarci la postilla: “minore”), negli ultimi 10 anni il fumetto underground italiano, nonché il fumetto underground internazionale importato in Italia, ha ruotato attorno alla figura di Ivan Manuppelli.

Manuppelli, conosciuto pure come Hurricane Ivan è esattamente come ti immagini possa essere il fumettista underground. Ovvero… underground. Che nella prospettiva distorta della cultura alternativa odierna—dove il termine “underground” è stato inquinato da stylist con l’ossessione per il total black e sacchi sformati e asimettrici con su appiccicate un paio di maniche (poi strappate) da mettere addosso a ragazzini anoressici dallo sguardo vacuo, da sociofobici narcisi che dopo aver ricevuto in regalo dai genitori un Mac si sono chiusi nella cameretta a tirar fuori pezzi elettronici pieni di glitch a cui appiccicare titoli intellettualoidi messi a caso, sicuri che un titolo intellettualoide messo a caso possa dar senso, profondità, onestà a ciò che non ne ha, da hipster che pensano basti una fotocopiatrice per fare una fanzine underground—e nella prospettiva distorta della cultura alternativa odierna, dicevo, Manuppelli è semplicemente uno fuori moda che non sai dove incasellare. E già questo basterebbe per mettere tutto nella giusta prospettiva.

In principio fu The Artist, fanzine autoprodotta fondata da Hurricane Ivan insieme a Igor Mangano ed Emanuele Fossati nel 2001. Uscita per una manciata di numeri, si reincarnò nel 2009 in Puck! (Puck il Nano è uno dei protagonisti delle storie di Manuppelli, oltre che suo alter-ego), che ora, un anno dopo l’apocalisse annunciata di fine 2012 (siamo tutti già morti ma non lo sappiamo ancora) si prepara a chiudere ai battenti con un’apocalisse fumettara, un numero speciale e definitivo che ospiterà oltre 120 artisti da tutto il mondo, ciascuno alle prese con una storia a fumetti ambientata nella propria città, immaginando di vivere l’ultimo giorno sulla terra prima dell’apocalisse.

Ecco chi parteciperà:

apuckalypse_2

Che poi sono questi:

Aaron $hunga/Usa (Hawaii) – Aaron Johnson/Usa – Abraham Diaz/Mexico – Adriano Carnevali/Italy – Akab/Italy – Aldo Monticelli/Outer Space – Aleksandar Zograf/Serbia – Alessandro Baronciani/Italy – Alex Chiu/Usa – Alkbazz/France – Ariel Lopez/Argentina – Avi Spivak/Usa – Bergamelli/Italy – Bicio Fabbri/Italy – Boris Pramatarov/Bulgaria – Boris Stanic/Serbia –Brendan Daniellson/Usa – Brent Engstrom/Usa – Bruno Bozzetto/Italy – Bruno Nadalin/Usa – Charles Guthrie/The Netherlands – Christopher Cudby/New Zealand – Christopher Ulrich/Usa – Dan Hillier/Uk – Dast/Italy – Dav Guedin/France –David Degrand/Usa –Davide Aprea/Italy – Davide Boldrini/Italy – David Paleo/Argentina – Dawn Frasch/Usa – Dewey Guyen/Indonesia – Diego Miedo/Italy – Dieter Van der Ougstraete/Belgium – Dr Pira/Italy – Dustin Myers/Usa – Elena Rapa/Italy – Eli Valley/Usa – Eric Ferrier “Xenoide”/France – Fabio Tonetto/Italy – Faruken Bayraktare/Turkey – Franzaroli/Italy –Fufu Frauenwahl/Germany – Furillo/Spain – Gary Hallgren/Usa – Gerry Bruno & i Brutos/Italy – Ghadi Ghosn/Lebanon –Giorgio Rebuffi/Italy – Giuliano Rossetti/Italy – Giuseppe Festino/Italy – Gomè/France – Gregory Jacobsen/Usa – Guitar Boy/Italy – Gustavo Sala/Argentina – Hunt Emerson/Uk – Hurricane/Italy – Iakovos Vais/Greece – Jack Davis/Usa –Jannuzzi/Italy – Jay Kinney/Usa – Jean Bescos/France – Joan Cornellà/Spain – John Broadley/Uk – Johnny Grieco/Italy – King Merinuk /Canada – Kostis Tzortzakakis/Greece – Krystine Kryttre/Usa – Laca/Italy – Laura Giardino/Italy – Laura Nomisake/Italy –Leo Quievreux/France – Lido Contemori/Italy – Lluis Fuzzhound/Australia – Lord Hurk/Uk – Luiz Berger/Brazil – Mack White/Usa – Marcatti/Brazil – Marcos Carrasquer/Spain – Martin Lopez Lam/Peru – Massimo Giacon/Italy – Massimo Semerano/Italy – Mats!?/Usa – Maurizio Ercole/Italy – Maurizio Rosenzweig/Italy – Max Capa/Italy/France – Max Clotfelter /Usa –Memo Tembelcizer/Turkey – Milton Knight/Usa – N.D.Mazin/South Africa – Nik Guerra/Italy – Norihiro Sekintani/Japan –Officina Infernale/Italy – Ojimbo/Usa – Olive Booger/France – Onsmith/Usa – Paco Alcazar/Spain – Pat Moriarity/Usa – Paul Rumsey/Uk – Piero Tonin/Italy – Piñata/Spain – Raphael Sica/Brazil – Roberto Mangosi/Italy – Sandro Dossi/Italy – Sarah Mazzetti/Italy – Sean Starwars/Usa – Sergey Tyukanov/Russia – Sergio Ponchione/Italy – Shawn Dickinson/Usa – Simone Lucciola & Rocco Lombardi/Italy – Sommacal & Rasori/Italy – Squaz/Italy – SS Sunda/Italy – Stefano Alghisi/Italy – Stefano Zattera/Italy – Stephen Blickenstaff/Usa – Steve Gibson/Uk – Ted Richards/Usa – Timothy Georgarakis/France – Tobias Tak/Uk – Tomahawk/France – Tom Bunk/Usa – Tom Johnston/Uk – Veci/Italy – Ville Pirinen/Finland – Vincino/Italy – Vito Manolo Roma & Andrea Coccia/Italy – Winston Smith/Usa – Xiaoqing Ding/China

apuckalypse_titanic

Autoribattezzatasi come “la più grande tragedia editoriale”, Apuckalypse sarà la summa dell’underground contemporaneo. A patto, ovviamente, che riesca a uscire. E qua entriamo in gioco noi, io e te, e pure il tuo amico che ha appena preso la paghetta e aspetta che papi gli regali il Mac per Natale.
Puck! sta cercando di finanziarsi il progetto attraverso il crowdfunding. Ha già raccolto 1500 € ma ha poco più di due settimane per arrivare a 6000 €, che è quanto è stato stabilito costerà l’apocalisse.

Nel frattempo Ivan e compagnia stanno cercando di bypassare il problema chiedendo aiuto a chi ha più soldi di noi, tipo Goldman Sachs e Radio Maria.

Nonché provando la via dei canali più tradizionali, tipo Secondamano.

puck_radiomaria

Intanto sulla pagina facebook di Puck! fioccano anteprime.

puckalypse_mack_white

Ed è pure uscito un trailer che chiarisce le idee dei futuri sostenitori.

Per chi deciderà di finanziare il progetto ci sono diversi tipi di incentivi, tipo materiali inediti, poster, copertine alternative. Ma chi vuole veramente fare il signore può scegliere l’opzione “Tu muori nell’Apocalisse” che consiste nel diventare un personaggio a fumetti di Apuckalypse.

apuckalypse_secondo_puck

Adobe Photoshop PDF

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
unger teoria type design ronzani 1
Teoria del type design: il saggio-testamento di Gerard Unger