Save the Date | CulT Venezie-Salone Europeo della Cultura

00

Dal 22 al 24 Novembre Venezia sarà animata dal Salone Europeo della Cultura: 50 appuntamenti, 100 espositori, 150 relatori per promuovere quella cultura del fare di cui in Italia si sente sempre più il bisogno.
Significativo lo slogan scelto: “Cultura è Manifattura, perché siamo figli di Giotto noi italiani e non di Bill Gates”.
Uno spazio aperto al confronto e alle nuove collaborazioni, all’insegna del binomio Cultura#Manifattura, con il coinvolgimento di designer, maker, artigiani e rappresentanti dell’impresa culturale e creativa.
Location d’eccezione il Terminal San Basilio, trasformato da scalo passeggeri a sede espositiva e di convegni, e allestito per l’occasione con gli straordinari tessuti della textile designer olandese Claudy Jongstra. Nel cuore di Venezia a pochi minuti a piedi dalla stazione dei treni, raggiungibile facilmente in vaporetto e persino macchina.

Un progetto ambizioso e multiforme. Quattro le sezioni: Open Design Italia, Nuove Tecnologie Digitali per la Cultura, Restauri Aperti e TrE-Tourism Real Estate.
Promosso da Expo Venice e VeneziePost/Nordesteuropa Editore, con il sostegno della Regione del Veneto, la manifestazione accenderà i riflettori sulle tendenze all’avanguardia nei settori della cultura, dell’industria creativa e del Made in Italy, raccontando percorsi di innovazione tecnologica e culturale, all’interno delle imprese e svelando i segreti dei cantieri di restauro della città.

04

258 i designer iscritti al concorso di selezione di Open Design Italia e 90 quelli selezionati, per lo più emergenti, provenienti da 25 paesi diversi.
Consapevoli dell’importanza di questa vetrina unica all’interno dell’industria culturale e creativa, grazie alla quale potranno esporre le proprie creazioni, entrando in contatto diretto con progettisti, buyer e imprenditori e incentivando visibilità e networking.
I visitatori e gli appassionati avranno così la possibilità di acquistare oggetto unici di alto design a prezzi da km zero. Arredi e complementi d’arredo, stationery e graphic design, gioielli e accessori per la moda e, caso raro nell’ambito dell’autoproduzione, esempi di arredo urbano o addirittura outdoor del contract.
Un punto di vista privilegiato per capire le tendenze e le evoluzioni dell’ambito progettuale dell’autoproduzione. Nobilitazione dello scarto, rivisitazione e trasformazione d’uso le parole chiave. Elementi modulari e componibili scelti per massimizzare la produzione e ridurre gli ingombri della spedizione, coinvolgendo l’utente finale nella configurazione dell’oggetto, si abbinano al sempre più sviluppato tema del “riuso” di materiali e del “ready made”.
Nuovi paradigmi nelle possibilità offerte dal digitale e da internet in perfetta commistione con tecniche artigianali e materiali tradizionali. Continuo il contrasto materico tra elemento raffinato e low-cost, tra prezioso e prosaico.

Progetto di punta per quanto riguarda la sezione Nuove Tecnologie Digitali per la Cultura è “Gioielli in 3D Printing”: un evento promosso da DWS System che vedrà quattro giovani designer del Politecnico di Torino progettare e produrre dal vivo, con stampanti 3D, le loro collezioni.
In occasione del Salone della Cultura verrà, inoltre, presentato il progetto “Origin Passion and Beliefs” in collaborazione con NOT JUST A LABEL (NJAL) che, con un network di più di 13.000 giovani designer, è da molti anni una vetrina e un incubatore per i pionieri più all’avanguardia nel campo della moda contemporanea.
La prima edizione di ORIGIN Passion & Beliefs sarà on stage in Fiera di Vicenza dall’8 all’11 maggio 2014.
Un grande laboratorio espositivo, in cui il più qualificato “saper fare italiano” incontrerà i migliori designer indipendenti e i più selezionati operatori del settore Accessorio Moda a livello internazionale. Una piattaforma di incrocio tra domanda ed offerta, disponibile per i grandi produttori del mondo dell’accessorio, per i product manager delle grandi maison di moda, per i buyer internazionali provenienti dai più importanti concept store, i product manager di aziende e gli opinion leader. Molto interessante il fatto che l’ultimo giorno il grande padiglione di Fiera di Vicenza si trasformerà nel più grande Concept store di ricerca del mondo, aperto anche al pubblico.

02

Evento speciale del Salone, infine, sarà il primo convegno promosso da MISA-Associazione Italiana Studi di Moda dal titolo “Insegnare la moda” con l’obbiettivo di porre le basi per far diventare l’associazione il referente particolare del sistema moda italiano, per tutte le discussioni che riguardano la moda nelle sue articolazioni produttive e comunicative, offrendosi come territorio libero di confronto e di raccordo per tutti i soggetti interessati alla moda e creando situazioni di confronto e crescita.

10.000 gli ospiti attesi da tutta Italia per partecipare ai numerosi workshop in cui interverranno designer, fashion designer, ospiti internazionali, buyer, rappresentanti di aziende di spicco nel panorama mondiale, studiosi di moda. Qui è disponibile il calendario degli appuntamenti dove potrete trovare anche tutte le date previste per gli eventi off sia in Veneto che in Emilia Romagna, dove Open Desing Italia è nata.

QUANDO: 22 – 24 novembre 2013
DOVE: Terminal San Basilio | Mappa

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Save the date | Franco Matticchio — DONNE