fbpx

Enologica 2013: Are you experienced? Degustazioni

enologica_bocchetti

TERRITORI!
Le Degustazioni di Enologica
(qui potete scaricare il programma in pdf)

Una dichiarazione di intenti sin dal nome: secco, asciutto, senza rischi di fraintendimenti, Enologica significa vino!
Un momento di riflessione e approfondimento sui vini dell’Emilia Romagna, senza complessi o provincialismi, ma certi che da un ottica locale si metta a fuoco tutto il paese. Provinciali ma fieri del proprio panorama che dal particolare possa parlare al mondo. Per questo le degustazioni sono tradizionalmente il solo momento della manifestazione dove non si parla solo emiliano.

Il programma delle degustazioni è da sempre uno dei punti di forza di Enologica, non poteva essere differentemente quest’anno nel debutto bolognese. 9 appuntamenti, condotti da altrettanti professionisti del vino, una riflessione sui territori italiani ed europei, certi come siamo che “il vino è il canto della terra verso il cielo”, un racconto che partendo dalla terra e si nutre di un legame intimo e prezioso con il territorio.

Cosa è il territorio, parola abusata in questi anni ma centrale, è domanda fondante: il territorio è quella liaison tra natura, pedoclimi, terreno, culture e tradizioni, su tutto questo la mano preziosa dell’artigiano e dell’artefice, capace di interpretare e leggere il luogo dove si trova. Francesco Paolo Valentini dice che non è tanto l’autoctonia del vitigno ad incidere, quanto il suo acclimatamento nel luogo. Ecco da questo punto di vista la prospettiva cambia, non più la retorica di una viticultura forgiata dalla mera natura, ma vini figli dell’heimat e del paesaggio.

Questo proveremo a raccontarvi in 3 giorni di degustazioni, che toccheranno le principali zone: molta toscana e sangiovese, nel legame storico tra i sangiovese e gli appennini, il nebbiolo, ma quello che non ti aspetti della Valtellina. Poi l’immancabile Borgogna e l’Emilia, che gioca in casa. Il sud, sempre più in evidenza e nuova frontiera del vino con i fascinosi territori della Sardegna e Abruzzo e gli inaspettati pinot nero dell’appennino.

Un racconto serio, ma insieme giocoso, perché il vino è piacere e godimento.

Alessandro Bocchetti

Altre storie
torino graphic days 2020 GD2
Save the date | Tornano i Graphic Days®, con un’edizione dedicata alla “transizione”