Freundenreich

Berlino | Neukölln underground

Freundenreich

Prova a chiedere a chi abita a Berlino da tanti anni se ha voglia di venire a Neukölln. Chiediglielo.
Chiedigli se dieci anni fa veniva in questo quartiere a far festa, se sognava qui una casa o se ricercava il localino, quello di cui ha letto una buona recensione sul giornale. Chiedigli se arrivato al Maybachufer proseguiva verso Hermannplatz.

Prova adesso a chiedere a un neoarrivato a Berlino se ha voglia di venire a Neukölln. Chiediglielo.
Ti dirà che non vede l’ora, che qui i prezzi sono ancora relativamente bassi per gli affitti e che c’è da sbizzarrirsi nella scelta quando si esce la sera. Da Hermannplatz ci passa sempre.
Chi anni fa non voleva mettere piede in questo quartiere, ma anche chi oggi ci pianterebbe le tende, ha una certa curiosità verso i luoghi nascosti di questa parte di Berlino. Perché se abita qui, sa che questa città può mostrare ogni giorno una faccia diversa, mentre se è solo di passaggio, di sicuro ne ha sentito parlare.

Così in sole due notti sono capitata in tre dei locali che dovevano venire spuntati col tempo da una lista scritta a penna. I loro nomi sono: The Zone, Freundenreich, Fuchs & Elser.
Si possono definire Kellerclub, veri e propri club sotterranei ricavati da cantine (Keller) non troppo ristrutturate. Come in un libro, l’introduzione apparentemente è uguale ma il finale sempre diverso.

Si entra in un ambiente da bar, a volte frequentato da avventori, altre palesemente “chiuso al pubblico”. Si attraversa il locale e ci si dirige verso una luce, si seguono banalmente altre persone. Poi si scendono scalette impervie tradizionalmente a chiocciola ed ecco la cantina.
E nella cantina decine di persone a ballare tra divani di seconda, terza e quarta mano con l’umidità che ti entra nel naso e nelle ossa. Il dj ad una estremità della sala mette la musica (dai ritmi balcanici alla disco music più raffinata), l’altra generalmente ospita il bar. I mattoni a vista si fanno notare nel buio dell’ambiente. In uno la scritta WC è ricavata dall’insegna del Mc Donald’s; l’altro sembra aver la struttura di una cripta; quell’altro ancora sembra un garage abbandonato.

Ma la gente balla. Balla fino alle sei, sette, otto del mattino. Balla anche se l’aria potrebbe girare di più, anche se ad una certa ora si rischia di rimanere soli in pista. La birra scende anche all’ora di colazione, anche se il sole alle 4.30 inizia già a farsi vedere.
Tanto sotto terra è tutta un’altra musica: si può sempre continuare a ballare in cantina.

Photos Fuchs & Elser by Familia Fuchsundelster.
Photos The Zone by The Zone.
Photos Freundenreich by Hell Dorado.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.