Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Issues | Odiseo #2

«Non consideriamo Odiseo un rivista, anche se il concetto non è magari facile da afferrare guardando soltanto il primo numero… Preferiamo che venga considerata come una pubblicazione erotica: periodica, limitata e diretta ad un pubblico che possa apprezzare i suoi contenuti. Odiseo dovrebbe diventare una sorta di oggetto del desiderio che i nostri lettori possono gustare».
Con queste parole Rafael Martínez di Folch Studio, nell’intervista che gli ho fatto giusto qualche mese fa, raccontava in sintesi cos’è Odiseo, magazine pubblicazione realizzata dall’agenzia creativa di Barcellona, tra le migliori a livello internazionale.

Proprio in questi giorni esce il secondo numero, presentato da un video-saggio senza veli e da una piccola anteprima di quelli che saranno i contenuti, che si preannunciano piuttosto interessanti: gli autoritratti di Lina Scheynius, Habitual Grace di Jo Schwab, Amy Hood fotografata da Jonathan Leder, oltre ad uno studio critico sul fenomeno hipster ed altri saggi critici.

Per i primi 80 che acquistano Odiseo, in regalo un foulard di Manila Barcelona stampato con le tette.
Non sto scherzando.

video by Canada

Altre storie
Le copertine di fantascienza (e non solo) di Ed Emshwiller