V!TOR | SS2013

Mi ci vuole poco per capire se un brand mi piace o meno, e con V!tor non ho avuto dubbi: mi è bastato vedere l’home page del sito per sorridere e dire che, sì, questo brand merita di essere conosciuto.
Sarà la vista che mi ricorda Roma, sarà la faccia spalmata di gelato, sarà l’espressione di lei o la t-shirt di lui (che a prima vista non si capisce se sia una stampa o il suo pettorale peloso, ma guardando il video della sfilata – qui sotto – ho capito che di stampa non si tratta).

La collezione SS2013 di V!tor ha un nome che a me piace particolarmente: Reborn.
Perché credo che tutti abbiamo la possibilità di “rinascere” nell’arco della nostra vita, probabilmente cambiando strada, probabilmente provandoci, probabilmente sperando che tutti gli sforzi fatti, un giorno, saranno ripagati.
Per V!tor questa rinascita è, ovviamente, stilistica, e proprio questa collezione vuole essere un trampolino di lancio per il brand che durante la Lisboa Fashion Week ha presentato capi colorati, caratterizzati da stampe quali unicorni, arcobaleni, gatti e pony.
Il tutto fa parte del mondo ideale dei due fondatori del brand, Vitor Bastos e Luisa Cativo, che finalmente ci propongono modelle in comode sneakers (firmate Adidas, sponsor di questa collezione) invece che con tacchi improponibili.

Così troviamo capi fatti all’uncinetto, t-shirt (per lui) e vestiti (per lei) con fiabeschi pony (disegnati a mano da Carla Raimundo, textile designer di Porto), t-shirt con cuori ritagliati e felpe con dettagli gioiello, mentre le stampe del Psy Cat Dress sono state ispirate dai gatti di Luisa e dei suoi amici.
Un nuovo capitolo per questo brand, quindi, che ha ampliato i suoi orizzonti e collabora con diverse realtà artistiche per “rinascere” di volta in volta, con l’obiettivo di creare qualcosa di diverso, di speciale, di interessante, attraverso gli abiti che vengono indossati.
Per capirne meglio il mood, potete vedere questi due video (in fondo all’articolo), mentre invece per acquistare i capi di questa collezione (e tutti gli altri) potete andare qui.

http://vimeo.com/59602797

contributor

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla