Lo so, voialtri su a Nord farete fatica a credermi, sommersi ancora nella neve – a questo punto – sporca o peggio nel ghiaccio, come siete, ma qui a Crotone la Primavera è già ovunque.
Coraggiosa è fiorita perfino sui terrazzi di mia madre, che certo non annovera tra le sue mille qualità, il pollice verde. Quei terrazzi al momento sporchi di sottilissima polvere lavica che dall’Etna è stata trasportata fin qui dal forte vento di questi giorni, per il solo gusto di disturbare il mio ozio al tiepido sole; quei terrazzi colorati di verdi tenere gemme e prematuri fiori.

Sono bloccata in casa per l’ennesima volta da una caviglia distorta e siccome ho l’umore un po’ così, ho deciso di mettermi a lavorare su un terrazzo, forse per il gusto di movimentare ancora un po’ la quiete domestica… Immaginatemi così: caviglia sinistra dotata di cavigliera elastica collezione SS2013 (ne ho credo mezza dozzina di varie stagioni, i legamenti rotti portano alle distorsioni frequenti e la mia sbadataggine fa il resto) poggiata su morbidi cuscini, leggings neri misto cachemire ormai sformati e con un po’ di pelucchi, maglione grigio di angora a trecce irlandesi oversize effetto cocoon, capelli più pazzi che mai al vento e occhiali da sole neri un po’ da gatta appena ricevuti in regalo da Yobe, che oltre alla funzione principale – ovvero proteggere i miei occhi del sole – hanno il compito di tirarmi su l’umore facendomi sentire un po’ diva anche conciata così, lo smalto rosso alle unghie dei piedi e delle mani fa il resto.

Nella boutique Yobe di Corso Vercelli 7 a Milano (mappa) ci sono andata accompagnata da un’amica durante il mio ultimo piacevole soggiorno nel capoluogo lombardo. A colpirmi di primo acchito è stato il colore dello spazio, un rosa piacevole e distensivo, come è raro tra i rosa, e soprattutto la mancanza di porte, unita al fatto che, come avrò modo di notare in un secondo momento, gli occhiali sono disposti sugli scaffali senza antitaccheggio; questo posto è un unicum direi.
Insomma, vedo prima lo spazio e solo in un secondo momento focalizzo la mia attenzione curiosa sugli occhiali.

Yobe – acronimo di Your Beautiful Eyes – è il brand nato dalla tenacia e dal coraggio di Giacomo Toscani, dopo anni di esperienza nel settore ottica e moda, Giacomo decide di lasciarsi alle spalle la sicurezza del lavoro alle dipendenze di una prestigiosa azienda e di affrontare il mercato in prima persona, proprio in un momento in cui, anche i più temerari, preferiscono giocare a quello che io chiamo il camaleonte , ovvero mimetizzarsi e restare fermi immobili aspettando che la tempesta passi. Di lui mi racconta Milena, PR per professione ed amica comune per vocazione, e il suo entusiasmo per l’impresa devo ammetterlo un po’ mi contagia.

La prima collezione di occhiali, da vista e da sole, Yobe è 100% made in Italy e si caratterizza per la sua mission: la funzionalità al servizio dell’estetica.
Così, mi raccontano, i naselli sono più profondi e più leggeri di quelli solitamente utilizzati; le cerniere e le giunture sono progettate per evitare fastidiosi strappi di capelli quando li si usa come cerchietto; sempre per lo stesso uso – il cerchietto – sono stati scelti speciali materiali antiscivolo messi a punto apposta.
Ma l’estetica si sa per un’occhiale è fondamentale, così le architetture, i volumi, gli spessori sono scelti per adeguarsi alle forme del viso e valorizzare i tagli degli occhi. A farfalla, da gatto, contenute e civettuole, tonde o a goccia da aviatore, maxi o mini, squadrate o a micro rettangoli.
Quanto alla palette tinte dense, cariche, lucide od opache, effetti optical resi attraverso texture contrastanti o abbinamenti cromatici e per finire stampe. Avrete capito, ce ne è per tutti i gusti, tutte le facce, tutti i tagli di occhi.

co-fondatrice e caporedattrice
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.