Quit Mad Stop | SS2012

Torno a parlare di Quit Mad Stop, marchio che prende il nome da uno dei blues raccolti da Jack Kerouac nel suo Book of Blues del ’61 e che ho conosciuto giusto un anno fa grazie ad un costume arancio-anas e al non più giovanissimo modello col fisico da Iggy Pop e l’estetica da homeless.
Per la stagione estiva il brand da surfisti vecchio stile lancia nuovi colori – stavolta meno appariscenti – per i trunks realizzati in tessuto d’altissima qualità (su questo puoi metterci la mano – del barbuto – sul fuoco, visto che il fornitore è niente meno che Limonta, bandiera del tessile made in Italy da oltre un secolo) ed introduce nuovi prodotti come la giacca a vento (ancora con lo zampino di Limonta), i cappelli e la borsa in canvas.
Sul sito, dove puoi acquistare i capi Quit Mad Stop senza fare un minimo di 6000 chilometri (un’alternativa è lo shop di Park & Bond), c’è pure la preview delle prossime uscite: polo, asciugamani e coperta/scialle.

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi