Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

The book is on the table | Maurizio Ceccato

Abbiamo deciso di affittare ad equo canone la nostra rubrica settimanale sui libri a persone che stimiamo chiedendo di raccontare il loro book is on the table, quello più importante, quello che ha lasciato un segno, quello che se la casa andasse a fuoco…

[wpcol_2third id=”” class=”” style=””]

SIP, Società italiana per l’esercizio telefonico p.a.
Elenco stradale degli abbonati al telefono del comune di Roma 1972.
Aggiornato al 10 gennaio 1972.
Seat.
Copertina plastificata stampata in bianco e nero, senza scritte nè sul dorso nè in quarta. Pagine 968.
Carta interna da 40 gr. bianca, stampata a un colore.

Nella prima pagina c’è l’elenco “Chiamate speciali per la rete urbana di Roma”.
A pagina 2 pubblicità tutta lettering “FD Filodiffusione: Il sevizio commerciale della SIP. Su ogni impianto a spina possono essere installati, oltre l’apparecchio principale, uno o più apparecchi addizionali del tipo e del colore desiderati”.
A pagina 3 inizia l’elenco con una avvertenza: “I numeri telefonici indicati tra parentesi saranno sostituiti entro il 1972 con i numeri segnati a fianco dell’utenza. L’utente sarà preavvertito dal giorno nel quale avverrà la sostituzione: da tale giorno e per un congruo periodo di tempo funzionerà, per le chiamate in arrivo, il servizio numeri cambiati”.
Chiude il volume un comodo “Numeri di frequente consultazione”.
Impaginato a 7 colonne. Con i nomi delle vie in bastoni tutto alto.
Suddiviso in ordine alfabetico per Vie.
Sottosuddiviso in ordine crescente per numero civico e poi ordine alfabetico.
I numeri telefonici sono senza prefisso e in neretto.
A pagina 48 evidenziato in alto: “PROPRIE LUSSUOSE AUTOFUNEBRI. Trasporti da e per qualsiasi località in Roma, in Italia ed in tutto il mondo. Servizi: Notturni – Festivi – Cumulativi e Collettivi. Cremazioni – Imbalsamazioni”.
A pagina 371 c’è la mia nonna paterna.
A pagina 377: “Castelli Maison De Beauté”.
A pagina 387: “L’agenzia passeggeri dell’Alitalia”. Mentre a pag. 756: “Pan American”.
Nella stessa pagina: “Le pagine Gialle raggruppano nomi, indirizzi, numeri telefonici di aziende, negozi, persone che svolgono le più svariate attività, offrendo prodotti, servizi, informazioni. Così la città vi si presenta a un tiro di voce”.
A pagina 567 ci sono i miei nonni materni.
A pagina 598 c’è un talloncino a piede, riquadrato e largo una colonna che dice: CONSULTATE LE PAGINE GIALLE. Anche a pagina 709.
A pagina 780 talloncino che reclamizza: “CONSORZIO DI CREDITO PER LE OPERE PUBBLICHE. Istituto di credito per le imprese di Pubblica Utilità”.
A pagina 798 ci sono le mie zie a nome Ceccato M. (Maria).
I miei non ci sono perché erano in affitto.
Io ero nato da due anni.

[/wpcol_2third] [wpcol_1third_end id=”” class=”boxdx” style=””]

MAURIZIO CECCATO

“Ho partecipato alla Grande Estrazione Occidentale del 1970 e sono uscito con il numero 14 di aprile. Ho imparato a leggere, scrivere e disegnare con i fumetti.
Vestito da manovratore e intrattenitore radicale ho fondato nel 2004 «B comics – fucilate a strisce» e, assieme a Oblique Studio «Watt – senza alternativa», libro-rivista di narrazioni e illustrazioni.
Vestito da imprenditore autarchico ho avviato IFIX società di design, comunicazione visiva e publishing.”

[/wpcol_1third_end]

Altre storie
Da LogoArchive un numero speciale dedicato alla ciclicità del design grafico