Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Puma Bolt Lite e la gara di freccette

http://www.youtube.com/watch?v=r3xQLUrZeWE

Mentre gente sudata, senza un filo di grasso e piena di muscoli sponsorizzati s’affanna dietro a una medaglia olimpica facendo cose che sono sì una gioia per gli occhi, un’apoteosi di grazia, controllo del proprio corpo, competitività spinta all’estremo, ma che a pensarci bene, a buttarla giù su un foglio come fosse una lista della spesa – correre per 100m, lanciare un bastone più lontano di un tizio nato a 2000km da me, saltare siepi, non buttar giù l’asticella con le chiappe a metà salto – sembra né più né meno che una fiera del bizzarro, niente a confronto con sport seri, quelli da bar, come una partita di freccette – in palio una birra – o una serata di biliardino hard-core – il pubblico con la panzetta in tripudio e “chi perde paga da bere: a tutti” oppure un match all’ultimo sangue di ping-pong psicoattivo (per chi sta a bordo campo, le pupille impazzite che vanno a schiantarsi in rete al primo net) per non parlare di un’ascetica partita a biliardo. Serate al meglio di tre che si trascinano fino all’alba, da veri ironmen dell’after-hour, come nella campagna Puma Social, tra le più azzeccate degli ultimi anni, che arriva in scivolata pure in questo olimpionico 2012 a ricordarti che dopotutto il vero atleta sei tu e lo fa dedicandoti la leggerissima Puma Bolt Lite, disponibile in versione Lo per i campioni del Calcio Balilla (ma pure se ti butti sulle bocce non è che te le tolgono) o Mid per i pallettari del ping-pong.
Il tessuto traspirante, poi, assicura una sensibile riduzione all’effetto puzza di piedi, compagno inseparabile di ogni vero sportivo da bar, incubo di madri, fidanzate, fratelli minori.

Se poi, come a me, ti va così bene che ti mandano a casa un bersaglio nuovo di zecca… (mai dono fu più gradito, quanto del resto dannoso per il lavoro).

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (1)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.