fbpx
luva huva

Luva Huva | SS2012

luva huva

Adoro la biancheria intima ma raramente ho voglia di indossare arditi completini, regali poco azzeccati di zie convinte che per essere sexy serva per forza pizzo e trasparenze, o succinte mise da casalinga-burlesque dell’ultim’ora che poco mi si addicono.

Luva Huva produce capi comodi, pratici e semplici, tre caratteristiche per me indispensabili (senza contare che sono pure belli). Sono prodotti interamente a mano nel Regno Unito e tra i materiali utilizzati ci sono cotone biologico, fibre di soia e di bambù impreziositi da scampoli di pizzi vintage.
Joanna Ketterer, creatrice del brand, ha iniziato questa avventura quando, un giorno, passeggiando per un mercatino, si ritrova tra le mani un bel pezzo di stoffa e si dice: “Ci farei un gran bel paio di mutandine!”.
Traendo ispirazione dai paesaggi rustici della campagna del Suffolk, dove Joanna è cresciuta, i colori delle sue collezioni rispecchiano l’atmosfera dei giardini inglesi con tutte le loro sfumature.
A quanto pare, alla prova tatto e in quanto a qualità, i loro capi differiscono da quelli che normalmente troviamo nei negozi che propongono abbigliamento al naturale… non ne ho ancora avuto uno sotto mano, o meglio sulla pelle, ma credo che darò una sbirciatina alla collezione SS2012 per vedere di trovare qualcosa adatto a me.

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
charles martin rawpixel 9
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900