Alisa Bieniek | SS2012

Nel parlare di Alisa Bieniek non si possono non citare le sue esperienze lavorative. Infatti questa designer ha collaborato per, udite udite, due marchi mostri sacri della moda quali Celiné e Alexander McQueen.
Affascinata dalla tridimensionalità (ha anche conseguito un MA in Digital Fashion, al London College of Fashion), dalla fotografia e, più specificatamente, dall’atto del catturare le immagini in movimento, come lei stessa dice, la Bieniek ricerca “un tocco contemporaneo e un twist ironico”, per produrre un abbigliamento giocoso e allo stesso tempo multifunzionale.

La sua collezione SS2012 ha un titolo, Reverie, e una coerenza cromatica che salta subito all’occhio. Una prima serie di capi è intinta nelle gradazioni del grigio polvere e del rosa cipria, che poi si scurisce fino a diventare un’irresistibile tonalità di ciclamino. Una seconda serie è costituita da abiti lunghi, veli su veli, e leggins nei toni del burgundy e del vino. A seguire, un ricco mix di viola e lavanda.

Oltre ai classici dresses la cui struttura è, come detto, basata sulla sovrapposizione di diversi strati di tessuto decisamente light, troviamo giacche corte (in controtendenza rispetto alla moda del blazer maschile), camicie (sempre rigorosamente leggere e oversize), gonne tagliate di modo che lo stesso capo sembri avere tre lunghezze diverse, per modernizzare la classica longuette, e altre dal taglio decisamente più classico, alte in vita e lunghe fino al polpaccio. Una ragione in più per dare ragione alla Bieniek quando definisce il suo lavoro di design un “timeless style”.

  1. designer, twist, leggingS, burgundy, mix, dressES, light, blazer, oversize, longuette, timeless style

    Evviva l'italiano!!!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900