7am | Emanuele Chinnici

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Emanuele Chinnici.

Ciao Emanuele, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ciao, ho 21anni vivo a Catania e scatto foto da un bel po’ di tempo, ero ancora bambino, ma con coscienza solo da 3 anni o poco meno.

La tua attrezzatura?
Ho una nikon d70 che ha dovuto sopportare tutti i miei capricci e recentemente quasi abbandonata per un ritorno all’analogico: zenit 122 e pentax sp1000.

Cosa fai quando non fai foto?
Quando non faccio foto guardo altre foto, leggo e ultimamente ho ripreso a disegnare, poi uscite con gli amici e serate dedicate alla street art.

Descrivimi la tua stanza.
La mia stanza è più simile ad un magazzino, ogni spazio occupato da libri, fogli, attrezzi per la camera oscura, faretti, colori, ecc.
Ah… da qualche parte qui in mezzo c’è anche un letto e qualche vestito, c’è davvero troppa roba.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
Dipende, a volte non pesa nulla diventa parte di me e la tengo senza nemmeno accorgermene per intere giornate, ma a volte è come avere un mattone appeso al collo.

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Un film decisamente ”Sogni” di Kurosawa una meraviglia, mentre un libro potrebbe essere ”Oceanomare” di Baricco.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Alberto Cassani che non conosco ma di cui seguo il profilo su flickr, mi piacciono molto le sue foto, c’è un’atmosfera che mi affascina.

Altre storie
Tutti i poster dei film di 007 in versione alternativa