L’istinto animale di Andrei Amado

Andrei Amado, fashion designer e illustratore emergente, ha una biografia globale: nato in Colombia, di formazione russa, dopo aver studiato arte a Berlino e Antwerp si laurea al Central Saint Martin College of Art and Design nel Marzo 2011 con una collezione selvaggiamente ironica.

Ispirato dalla fotografia di una pelliccia Inuit ha realizzato una serie di capi che mischiano, in modo ambiguo, pelliccia sintetica e naturale, di capra. Stando a quanto dichiara Andrei i suoi abiti oscillano all’apparenza tra il mood di “Let’s Get Physical” di Olivia Newton John, come evidente negli inserti in jersey dai colori 80’s,  e una scimmia aerobica. Certo, l’idea di fare aerobica con questi abiti suona come una proposta quantomeno ironica, se non sadica.

Sospeso tra artificio e natura, questa sorta di Bigfoot femminile inurbato non smarrisce però la sua sensualità, grazie a top in maglia incastonati in una confezione astuta. L’estetica a dir poco eccentrica della collezione deriva senz’altro da una formazione artistica e dalla voglia di stupire. Nulla ci è dato sapere dei suoi progetti futuri, ma lo terremo d’occhio.

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla