Stolen Girlfriends Club: dal supermercato al museo

Stolen Girlfriends Club è un collettivo neozelandese nato nel 2005 da un’idea di Marc Moore, Like Harwood e Dan Goslin. Una miscela energizzante di moda, arte e comunicazione: dalle t-shirt che lo hanno elevato a fenomeno di culto alla produzione di mostre, performance dal vivo e film come “Heavy Metal”, diretto da Derek Henderson ed esibito alla Tom Dunne Gallery di Sidney il 20 Ottobre 2010, in occasione della presentazione della linea di accessori.

Nel 2011 Stolen Girlfriends Club ha riversato la sua attitudine irriverente nella collezione ‘Untitled’ PE presentata, udite udite, all’interno di un supermercato. Insomma, la passerella non era mai caduta così in basso. Sull’onda di democratizzazione della sfilata, le modelle, tirate giù a forza dalle pedane rialzate, irrompono all’interno di un supermercato semivuoto davanti alle facce di clienti basiti.

In mezzo a pomodori, lattuga e frutta sfilano eleganti abiti nei colori dell’arancio, del bianco e rosa cipria che amano l’incontro di idee, parole e tessuti in opposizione: così mentre la collezione “Heavy Petal” 2010 accostava leggerezza e pesantezza e “Dead Life”, titolo di uno dei progetti fotografici del collettivo, metteva insieme vita e morte, gli scatti della collezione FW2011/12, che li vede collaborare con Jeffrey Campbell, ci catapultano dalle bassezze del supermercato alle altezze del museo.
Creazioni e progetti di Stolen Girlfriends Club li trovate qui.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900