Paolo Coppolella | FW2011/2012

Non sono tanto lontani i tempi in cui nasceva Retal Reciclaje Creativo (di cui abbiamo parlato qui e qui), eppure Paolo Coppolella di strada ne ha fatta.

Dopo un sacco di eventi modaioli in giro per Italia, Spagna e Francia, dopo il riconoscimento – insieme a Paola Pucci – come miglior giovane designer durante la settimana della moda di Valencia, dopo aver dato vita a un progetto come The Guerrilla Project (tre eventi in tre mesi, con vino, gioielli, ceramiche e buon cibo) ed aver collaborato a Vestiti d’arte (un workshop al quale hanno partecipato 15 artisti attivi in diversi campi), è di febbraio scorso la prima collezione FW2011/12 dal titolo Dia de los muertos di Paolo, vercellese doc con base in Spagna.

Un misto di buone maniere e partiamo per la montagna!, con grandi e sfrangiati ponchos color terra bruciata, completi rigati per lui ed eleganti (ma sensuali) trench/abiti/simil smoking per lei, con scaldamuscoli su scarpe chic-verniciate e scaldapolsi abbinati a mini dress color sabbia, il tutto arricchito da alcuni tocchi celesti a spezzare il grigio, il marrone e il nero.

Le collezioni di Paolo Coppolella si trovano nella sua boutique nel centro di Valencia, ma in Italia, Belgio, Spagna e Israele sono vendute da alcuni punti vendita, per saperne di più sul sito trovate i suoi contatti, i suoi progetti, gli appuntamenti e lo shop online, oltre ai video dell’ultima sfilata.

contributor
  1. Ehm.., Vestiti d'Arte non è un progetto di Paolo, lo abbiamo chiamato per l'edizione 2009 in qualità di fashion designer per tenere un workshop su come utilizzare in maniera creativa materiali di riciclo per creare un abito.

    Matteo Tascini

    vicepresidente Arteinscacco

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Laju Slow Apparel: un nuovo marchio che è un inno alla lentezza