Corpustrip

Tra i miei imminenti programmi futuri barra un bel viaggio on the road post laurea, il primo posto è sempre stato occupato da un rotondeggiante Wolkswagen T1 (verde speranza), con un bel po’ di amici e qualche sacco a pelo, evitando accuratamente i posti di blocco (ma è impossibile vista la reputazione “flower power” del mezzo in questione), guidando senza meta e senza limiti di tempo, liberi che più liberi non si può.

Tutto questo personale preambolo per arrivare a parlare di Corpustrip, un progetto che mi ha esaltata fin dalla prima mail mandatami da Riccardo, messo in piedi da Luca Donnini (nientepopòdimeno che il fautore dei  ritratti fotografici in bianco e nero scattati dal 2007 al 2010 tra Roma, Madrid, Parigi, Berlino, Stoccolma, Vienna, Lubiana, Belgrado e Instanbul), Adi Chiru (project manager) Alessio Maximilian Schroder (che riprenderà tutto in tempo reale) Lola Kola e Simona Santanelli, partiti il 20 Aprile (con la corpuscar) con destinazione Europa per invadere pacificamente spazi pubblici, privati o abbandonati, portando foto, amore e fantasia nelle zone d’interesse per una sola notte.

Il viaggio durerà due mesi, toccherà 20 paesi d’Europa e potrà essere seguito sul blog tramite foto, documenti e racconti che serviranno poi a realizzare un film che rappresenterà l’ultima tappa di questo viaggio, iniziato nel 2007, che ha già portato le immagini Corpus a Roma e Belgrado.
Ma non è tutto: il progetto è stato realizzato tramite il sistema produzioni dal basso che ha lo scopo di raccogliere fondi per iniziative totalmente libere, indipendenti da finanziamenti ormai inesistenti (in qualsivoglia campo), contando quindi solo sul reale interesse delle persone.

Per contribuire al sostenimento di Corpustrip il sito è questo, la raccolta termina il 30 Aprile e, inoltre, tutti coloro che parteciperanno a quest’ultima saranno presenti nei titoli di coda del film Trip.
Seguite il blog ufficiale del Corpustrip, per sostenere una cultura (finalmente) libera di pensare a cosa pensare.

Altre storie
Quelle piante alle finestre