7am | Philip Giordano

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Philip Giordano (qui il suo sito).

Ciao Philip, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratore?
Sono nato a Savona. Mi sono trasferito da qualche mese in Giappone, a Tokyo.
Ho 31 anni e faccio l’ illustratore dal 2004.

Matita o penna grafica (che materiali usi per il tuo lavoro)?
Un po’ di tutto. Mi piace fare cose pittoriche con acrilici e matite su legno ma anche cose molto grafiche con pennarelli tratto pen e computer. Dipende a da quello che devo illustrare e anche da come mi sento quel giorno.

Cosa fai quando non disegni?
Mi piace andare al parco. Andare a fare merenda in torteria. Cercare libri interessanti. Leggere sul treno.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
C’ è molto disordine:libri, matite, colore, biscotti, tazze, caramelle, polvere, disegni e il mio macbook.

Un disegno pesa quanto…
L’ ultimo che ho fatto inizialmente era leggerissimo poi si è appesantito abbastanza, ma ora è tornato leggero.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
Vorrei illustrare “Il lago dei cigni” ma non so se esiste un testo dell’opera teatrale, è da anni che ho in testa questa cosa…
Come poster “Lanterne rosse” o “Addio mia concubina”.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Fabio Tonetto, Gianluca Folì, Valerio Vidali, Olimpia Zagnoli, Claudia Carieri… ma ce ne sarebbero molti altri.

Altre storie
Una medaglia per le persone “fuori dal comune”