Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Carr Magazine

Di riviste di auto ce n’è a camionate: prendi un solo numero per ciascuna testata e ci riempirai il bagagliaio di una Porche Cayenne anche se, SUVvia, come per le riviste porno (i neuroni attivati sono suppergiù gli stessi), trovamene tu una che brilli per invenzioni grafiche, layout innovativo o livello letterario.
Per questo un gruppo di austriaci automotivati ha deciso di lanciare Carr Magazine, prima e per ora unica rivista dedicata al car drawing.

Disegnare auto, dopotutto, è attività a cui i maschietti (ma non solo) si dedicano fin dalla tenera età.
Da qualche parte dovrei ancora avere intere risme di fogli riempiti con stortissime ed asimmetriche Mercedes (disegnate a partire dal simbolo – mio padre mi faceva credere che fosse il mirino di un fucile nascosto sotto ai fanali… altri tempi) prima, poi la piccola Lancia Prisma, poi la Thema (con gli antinebbia!).
E per magia, sul foglio la macchina non ha bisogno di strada né di chi guida: niente semafori a fermarti, niente vigili a giudicarti. I tubi di scappamento fumavano sempre e la batteria non si scaricava mai, neppure se i fanali rimanevano accesi…

Tornando, a tavoletta, a Carr: è appena uscito il quarto numero.
Ti piacerà. E un vrooooom dentro alla testa ti porterà via per un po’.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.