La valigia del Pitti | Giacomo Berardi

Abbiamo chiesto ad alcuni amici bloggers di “rubare” e mettere in valigia 5 cose viste al Pitti di cui non potevano proprio fare a meno.
Scopriamo cosa c’è nella valigia di Giacomo Berardi, blogger e icona di stile.

1. A volte basta un dettaglio per rendere eccentrico un look formale. Come la Cerami-chetta, la pochette in ceramica di Cor Sine Labe Doli. Pratica, elegante, di rottura, in colorazioni che vanno dal bianco ottico, passando per i preziosi color argento e oro.

2. Per un eccentricità misurata e perfettamente riuscita puntate tutto sulla cintura. Un esempio? Quella di Orciani con fibbia color argento inglese e asta nel cuoio “masculine” che nella sua lavorazione, prevede l’immersione del cuoio in botte e la successiva asciugatura a fuoco.

3. Spirito dandy anni 30-40 solo indossando un blazer Italia Independent. Le fantasie ripercorrono il filo della memoria con check, righe e quadretti nelle più tradizionali soluzioni jacquard. Ricordando l’esploratore Gennaro Sora.

4. Per un inverno full color e dall’insolito effetto cromoterapeutico, provate ad indossare il parka arancio Peuterey in canvas di cotone, imbottito di piume d’oca, con cappuccio bordato di pelliccia. Per i più freddolosi ci sono anche le tasche scaldamani.

5. In collaborazione con il brand giapponese Loopwheeler,specializzato nella lavorazione tradizionale del jersey , Clarks Originals dà vita ad un’edizione limitata della Desert Boot in jersey abbinato al suède. Comodissime e dal twist metropolitano.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (1)
  1. Avete avuto una splendida idea…la valigia di questi giovani ragazzi preparati e con stile.

    Adoro particolarmente questa proposta di items perchè gioca con pezzi differenti alternando marchi noti ad altri tutti da scoprire.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.