Malmö I ♥ you | In città con C-Zero

State pensando che andare a Malmö sia stato stupendo. Esattamente, è stato proprio così. Tanto che nessuno si lamenta di una sveglia da pendolare il giorno seguente per provare la C-Zero. Ci è stata presentata ieri sera alla conferenza stampa da Roberto Paganini, responsabile della formazione tecnica di Citroën (ps. realizzata in collaborazione con Mitsubishi Motors).

In realtà non si tratta del primo esperimento elettrico per la casa francese, dato che anni fa aveva creato già Saxo Electrique. Questa volta però l’auto è totalmente elettrica, non ci sono escamotage e non si deve fare alcun pieno di benzina: è dotata di due sole marce (avanti e indietro), ha 6 airbag, ha un quadro comandi essenziale e semplice; insomma, si presenta come una city car per eccellenza.

In questa pungente mattinata, inizio a guidare io. Non sembra reale. Mi siedo, inserisco la chiave, la giro e non succede nulla. Io e Giacomo ci guardiamo un attimo attoniti: sarà accesa o spenta? E’ accesa e lo scopriamo spostando il piede sull’acceleratore e leggendo la scritta ‘ready‘ sul cruscotto.

Seguiamo Caterina e Luca, con un’altra C-Zero di fronte a noi e facciamo un giro alla luce del sole tra il porto e il quartiere dedicato ai nuovi edifici eco-sostenibili. Abbiamo il tempo per fare qualche prova e qualche foto. Tanto che, distrattamente, parcheggiamo pure davanti all’headquarters di Mercedes nei loro posti riservati. Poco male, qualcuno ci guarda incuriosito, ma nessun incidente diplomatico.

L’auto è veramente facile da guidare. Rispetto alla C4 – ok, il paragone non è assolutamente possibile dato che sono due auto totalmente differenti – ha una ripresa maggiore e si sentono di meno i cambi delle marce (sempre cambio automatico e gamba sinistra addormentata). E’ silenziosa e ha un ottimo sterzo, anche se ogni volta che la riaccendiamo abbiamo sempre il dubbio che sia spenta…

Come vi ho detto prima si tratta di una city car. La velocità massima è di 130 km/h, perfetta per la città e qualche breve spostamento fuori porta. La batteria dell’auto è al litio e la carrozzeria è composta da materiali riciclati. E’ stato stimato che una ricarica costa all’incirca 1.50€/100km e una batteria intera dura per 200.000 km; certo poi dipende da come usate l’auto. Io ho fatto quasi gli 80km/h ma c’è chi è arrivato oltre ai 130km/h ed ha consumato quasi metà batteria con lo sprint.

C-Zero è già prenotabile dai concessionari, ma sarà disponibile in Italia a partire dal 2011. Attualmente questo modello è stato proposto alle sole aziende (l’obiettivo è di avere 300 vetture il prossimo anno) per via del costo: circa 35.000 euro.

Parlando con gli altri ragazzi, devo dire che la cosa che più ha impressionato tutti è stata la completa assenza di rumore. Sembrava davvero surreale!
Soprattuto se si pensa che abbiamo avuto la possibilità di provare in anteprima un’auto che non inquina; non par vero! A tutti noi sarebbe piaciuto averne una, il freno per ora è il costo un po’ proibitivo. Ma se fosse venduto al prezzo di una comune utilitaria, voi non la prendereste?

contributor
  1. Non è vero che non si inquina usando l'auto elettrica dato che l'energia elettrica si produce ancora con combustibili fossili. Se tutti domani mattina avessimo l'auto elettrica molto probabilmente ci sarebbe più inquinamento di adesso…

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Un progetto di identità territoriale per Roma: la tesi di Chiara Raho