Golden Plague: sempre di conigli si tratta

Or dunque, all’inizio di quest’anno, se non ricordo male, Madonna s’era presentata al mondo con delle orecchie giganti in testa. Magicamente, le orecchie di coniglio di Louis Vuitton sono diventate il nuovo feticcio e via con l’adorazione, il diy in mille versioni.

Ho trovato navigando online, un post su river-blog che linkava a questo divertente video dove Amina Akhtar e Janet Ozzard, editors del New York Magazine, girano per la city testando il nuovo copricapo.

Per cui, se si possono mettere due orecchie in testa, si possono mettere due lunghe orecchie di coniglio anche su un anello. Così come ha fatto Aurea Praga con Golden Plague. Portoghese, designer, inizia a creare gioielli nel 2005. E non si è ancora fermata.

Dal suo negozio di Etsy potete vedere le sue creazioni della serie I’m All Ears, tra cui l’anello con le orecchie da coniglio. Poi c’è anche la versione con le orecchie da orso o da gatto. Sono tutti fatti a mano da lei, in argento e/o placcati d’oro.
In più, all’interno dell’anello, c’è anche uno spazio per inserire un bigliettino. Magari se lo regalate ha più senso.

News le potete trovare sul suo blog Golden Plague.

contributor
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.