fbpx
pietranera 1

Esploriamo il Pietranera!

pietranera 1Degustare un vino e riuscire ad andare con il pensiero al luogo da cui proviene è un po’ come avere la capacità di “teletrasportarsi”, quasi in stile Star Trek!
Oggi vorrei andare in Sicilia, sull’isola di Pantelleria, e per condurre il viaggio ho scelto un bianco vulcanico appunto, il Pietranera IGT 2007 di Marco De Bartoli, azienda Bukkuram, da uva zibibbo al 100%. In realtà lo zibibbo, per essere proprio corretti, si chiamerebbe moscato d’Alessandria: informazione che suggerirei di sfoggiare in caso di presenza d’esperti.

Parlare di zibibbo mi riporta ad una natura forte ed esuberante, dove le radici hanno il coraggio di fare miracoli, crescendo sulla pietra nera, la stessa che questo produttore mostra fieramente in etichetta (preferisco sincerante il vecchio packaging rispetto a quello proposto ora per la nuova annata 2009). Pensate ai capperi, all’origano, ai pomodori!

Pietranera è un bianco secco aromatico, dai profumi vivaci e rigogliosi, e in bocca vi rivelerà un mondo: mineralità, sapidità e persistenza, tutte le caratteristiche di un vino “solido” che parla della propria origine, del terreno lavico di Pantelleria, e che chiede di essere accompagnato da cibi forti come una zuppa di pesce piccante, dei crostacei, del cous cous (assolutamente da non perdere il festival del cous cous!). Bella e moderna la scelta del tappo in vetro. Un vino che in realtà è un po’ da cercare nelle enoteche, ma che porta a scoprire quella Sicilia vera ed intrigante, da sognare per tutto l’anno.

Altre storie
Packaged For Life victionary 1
Da Victionary due libri dedicati al packaging degli alcolici e di tè e caffè