Josh Goot

Ormai vi sarete stufati della moda australiana – non posso che darvi ragione,  visto che di recente sembra che io non riesca proprio a parlare d’altro. Non pensate che non abbia provato di cambiare il soggetto, di cercare altre aree d’interesse. Eppure tutto lo sforzo non è servito a nulla. Infatti, eccomi qui a parlarvene di nuovo. Eh sì, ancora.

Ma questa volta non è stata colpa mia! Non sono stata io a cercarlo – è lui che mi ha trovata. Guardando uno tra i miei preferiti blog di street style , mi sono soffermata sulla foto di questa ragazza, e più precisamente sulla sua giacca. Ovviamente mi ero accorta del pericolo incombente – il titolo del post indicava chiaramente la provenienza dello scatto – niente meno che Sydney. Ma ditemi con tutta la sincerità se voi avreste resistito alla tentazione di scoprire chi fosse l’autore di quel capo cosi speciale?

Io non ce lo fatta, ho ceduto al fascino di Josh Goot che, come giustamente avevo intuito, si è rivelato l’ennesimo designer australiano ad avermi conquistata. Per non annoiarvi ulteriormente, vi risparmio i miei commenti riguardo all’energia intrinseca delle stampe, all’uso vitalizzante del colore e infine all’essenzialità delle silhouettes che rendono tutto questo sovraccarico grafico semplicemente portabile.

Di punti vendita ce ne sono in tutto il mondo (in Europa lo trovate in Francia, UK e anche in Grecia) ma è ancora irreperibile in Italia. Nel frattempo, su Style potete dare un’occhiata sulla sua ultimissima collezione (da cui ho preso anche le foto in alto).

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900