Party in Paris: Wi-Filles + Womanity

Di solito, mi ci vogliono decisamente più di due appuntamenti per farmi perdere la testa, ma per Parigi ho fatto un’eccezione. Sarà stata l’atmosfera della settimana della moda in corso o dello spettacolare sole primaverile – il fatto sta che mi sono innamorata perdutamente!

Anche questa volta, grazie ad una mail davvero magica, per una notte sola mi sono ritrovata nel cuore di Parigi, a partecipare ad una festa unica e irrepetibile! La location d’eccezione è stato Le Salon des Mirroir – il salone degli specchi situato in uno dei passaggi commerciali più belli e anche storici, perché risalenti al Novecento, di tutta la capitale francese.

Dunque, qual’è il nuovo prodotto che vogliamo presentarvi? Un profumo? Un rossetto? Ci deve pur essere un motivo per organizzare una festa per 300 blogger francesi (Frizzifrizzi è stato l’unico inviato estero!). Spero vi sorprenderà la notizia, che dietro tutto quanto non ci sia stato nessun intento promozionale, niente marketing o pubblicità online.

Che ci sono andata a fare, allora? Celebrare la Festa della Donna!

E non sto scherzando! Si tratta della ormai 7° edizione di Wi-Filles Party, un evento ideato per unire il mondo dei blog al femminile. Ma se pensate che il mio post sarà un elenco di bicchieri di champagne e di Contrepolitan che mi sono stati gentilmente offerti, vi sbagliate!

Lo stesso giorno è stato lanciato un sito web, Womanity.com, disponibile in sei lingue diverse, tra cui anche l’italiano. Pensato e creato per e sviluppato interamente dalle donne, è uno spazio virtuale dove dialogare, esprimere se stesse, creare o semplicemente divertirsi. Ognuna di noi può apportare un suo piccolo contributo – individuale e personalizzato – che entro 24 ore sarà connesso ad altre idee e pensieri, con l’intento di generare un gigante mosaico realizzato dalle donne di tutto il mondo. Come ha detto l’inventore del sito, niente meno che lo stesso Thierry Mugler:

“At the heart of it is what one woman learns from another. Womanity is that bond: giving, complicit, a tacit affinity.”

Per invogliarvi a partecipare anche subito, vi svelo che a breve avrà luogo il primo dei vari concorsi, tutti super-creativi! E lo saranno anche i premi previsti dal team Mugler – un viaggio per due in una località scelta a piacere (e fantasia) della vincitrice: suona niente male, vero?

Allora, che ne pensate di tutto questo, care lettrici?

Altre storie
Timescape: un diverso modo di considerare il tempo nel progetto universitario di Chiara Facchini