ReeDo – riusare per piacere

Di riuso, riciclo e responsabilità ambientale se ne sta sentendo parlare parecchio, ma con ReeDo queste tematiche si traducono in realtà attraverso un concept store realizzato seguendo un approccio re-design.

Dopo il workshop con Frizzifrizzi, per noi studenti della Laurea Magistrale in Moda di Rimini è arrivata un’altra occasione per mettere alla prova le nostre abilità e realizzare qualcosa di nostro. Questa volta dietro al progetto ci sono il nostro professore di Analisi Sociosemiotica della Moda, Giampaolo Proni, ed un designer del ri-uso, Fethi Atakol, che hanno proposto a noi laureande e ai ragazzi del primo anno di prendere parte al progetto che abbiamo chiamato ReeDo – riusare per piacere.

Noi studenti, supervisionati da professori e tutor, ci occupiamo in prima persona della realizzazione degli arredi, della vetrina, dei contenuti e della comunicazione di un concept store all’interno del Centro Commerciale I Malatesta di Rimini.
Abbiamo così modo di vedere da vicino cosa significa creare un negozio dal nulla e farlo utilizzando solamente vecchi oggetti e materiali che acquistano in questo modo una nuova vita e un nuovo senso. All’interno del concept store verranno poi allestite piccole mostre e installazioni e daremo spazio a designers e artisti che si occupano di riuso creativo (se ve ne occupate anche voi, contattateci!).

Insomma è un continuo mettere in gioco la propria fantasia per imparare a vedere le cose da un altro punto di vista. Il nostro motto può aiutarvi a capire come ragioniamo: “ciò che nasce tondo può morire quadrato”!

Se passate da Rimini potete venirci a trovare e vedere il work in progress dal vivo, altrimenti potete seguire gli sviluppi sul sito ufficiale www.reedo.org ed essere costantemente aggiornati attraverso FacebookTwitter YouTube. Fino alla fine di marzo lavoreremo all’allestimento del negozio, che sarà ufficialmente inaugurato ad aprile e rimarrà aperto per un mese, segnatelo in agenda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Oh! Una brochure ispirata al catalogo Ikea, ma con le ambientazioni dei filmati porno