Anna Cainzo, bolivian fragments in Italy

Anna Cainzo

Passeggiando per le vie di Senigallia (An) nelle sere d’estate, oltre che soffermarsi sulle classiche vetrine più o meno modaiole, si possono scoprire tanti negozietti curiosi e botteghe artigiane anche non prettamente locali.

Infatti potreste imbattervi nella boutique della fashion designer boliviana Anna Cainzo, che da anni vive in Italia e produce borse ed accessori in cuoio e tessuto.
Anna inizia a occuparsi di trattamento del cuoio a La Paz, in Bolivia, trenta anni fa e, da sempre ispirata dai tessuti e vestimenti tradizionali del suo paese e dalle mille sfaccettature di colore che li contraddistinguono, comincia a mixarli al cuoio, inciso con disegni e motivi tipici della sua cultura.

La produzione è delocalizzata in Bolivia, con i figli Christian e Tito, che si occupano oltre che di sperimentare modelli e disegni nuovi, anche delle vendite negli U.S.A e in Giappone, mentre Anna della vendita in Italia.
Il sito web www.annacainzo.net, per problemi tecnici è momentaneamente irraggiungibile ma potete farle visita, sempre che vi troviate in zona, in Viale Carducci 23 a Senigallia, dove potrete provare e vedere di persona le sue belle.

Dopo il salto altre immagini

Anna Cainzo

Anna Cainzo

Anna Cainzo

  1. Articolo molto interessante! Oggi, in effetti si fa solo attenzione ai negozi modaioli sulle vie principali delle città.. ma nelle ombre delle “viuzze” sbocciano negozietti suggestivi; questo di Anna Cainzo è un esempio. Tratta un materiale (il cuoio) che secondo me non tramonterà mai. Il colore e le proprietà del cuoio per quanto sono “modesti” lo rendono adatto a ogni occasione e basta arricchirlo con qualche inserto in più per renderlo chic.
    Ottima osservazione Fabio Testa. Sarà un negozio che molto probabilmente visiterò a fine luglio.
    Enrica Amasino

  2. Ho acquistoato alla Fiera di Milano 2008 borsellino in cuoio apertura a cerniera.
    Vorrei acquistarlo x corrispondenza ,se non è possibile
    indicatemi i punti di vendita .Grazie

  3. Ciao Giovanni, questo non è il sito della Cainzo ma un articolo che parla di lei.
    Purtroppo, a meno che lei stessa non legga il tuo commento e decida di risponderti, non possiamo aiutarti.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900